Visualizzazione post con etichetta Partiti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Partiti. Mostra tutti i post

lunedì 26 gennaio 2015

Riva Destra NON è un PARTITO, ma un MOVIMENTO, un'IDEA, un PROGETTO, una SPERANZA.

Oggi Riva Destra sta crescendo. Nei numeri della nostra pagina facebook 'Energia Plurale' - più di un milione e mezzo di profili raggiunti ogni settimana, con i nostri post letti da decine di migliaia di persone - e nella partecipazione. I nuovi coordinamenti regionali in Calabria e Puglia sono solo gli ultimi ratificati, ma presto ne arriveranno altri. 
Cresciamo anche nell'attenzione politica che riceviamo quotidianamente e nella qualità delle iniziative che mettiamo in campo: dopo la giornata di Todi del 30 novembre scorso, ci aspetta quella di Varese il prossimo 21 marzo - e gli interventi saranno decisamente di altissima qualità - e poi ancora Catania, Trani, Cosenza e ovunque saremo in grado di organizzare. 
Dobbiamo però rimanere come siamo: un gruppo di militanti che crede in quello che fa e che affronta la crescita con lo stesso spirito di comunità, coscienti che nessuno rimarrà indietro con l'arrivo di nuovi aderenti, ma con la consapevolezza della necessità di affrontare questa sfida con tutti i rischi che si corrono e le opportunità che si aprono per il radicamento di Riva Destra.
Dobbiamo infatti portare avanti quella che è la nostra idea, il nostro progetto: ricostruire la destra 'da destra', con una nuova classe dirigente, e lavorare per la costruzione di un vasto fronte nazionale e sociale intorno a quelle leadership che stiamo individuando sui territori. 
Sabato 14 febbraio si riunirà il comitato romano e avvieremo un dibattito al nostro interno sul cosa fare di fronte ai prossimi eventi ai quali siamo invitati a partecipare.
Forza e onore!          

Fabio Sabbatani Schiuma - Segretario Nazionale di Riva Destra

www.studiostampa.com

venerdì 24 gennaio 2014

Aggiornamenti dall'Ufficio Stampa !




lunedì 20 gennaio 2014

SI AVVICINANO LE ELEZIONI !



Solo i Movimenti potranno salvare l'ITALIA!

sabato 18 gennaio 2014

MONTANELLI: Già sulla Legge Elettorale !




venerdì 8 novembre 2013

SCHIUMA: le nuove Destre sono credibili ?

Alleanza Nazionale, dopo il Fronte della Gioventù, è stata la mia casa per anni, la palestra per la destra sociale, il partito che mi ha permesso l'onore di essere per oltre un decennio Consigliere Comunale e vicepresidente del governo della città che amo. È stata anche la proprietà di tal Gianfranco Fini, che l'ha gestita come un monarca, senza congressi veri, circondato la colonnelli 'lecchini' suoi complici nel massacrare il dissenso interno - Fini mi sospese per 'lesa maestà' sulla follia del 'fascismo male assoluto', sul voto agli immigrati - e nel distruggere la destra italiana. Ora per me non è affatto deprecabile volerla rifare: il problema è che non è credibile né l'operazione, né chi la vuol guidare, finiani compresi. Non bisogna ricordarsi di essere di destra solo quando si perde la poltrona... 
Morale: prima archiviamo questa generazione del 'passo delle oche', prima potranno emergere nuove energie. Più degne.
P.S. 
Domani è il compleanno di mio padre: ho la fortuna di averlo ancora e compie 84. Sto con lui.
Fabio Sabbatani Schiuma
(resterà sempre un mio motivo di orgoglio
AN: FINI SOSPENDE SABBATANI SCHIUMA 
Roma, 19 apr. - (Adnkronos) - Il presidente di Alleanza Nazionale, Gianfranco Fini, ai sensi dell’articolo 55 dello Statuto del partito, ha promosso azioni disciplinari nei confronti del consigliere comunale Fabio Sabbatani Schiuma, deferendolo alla Commissione centrale di garanzia e probiviri e adottando il provvedimento di sospensione da ogni attività politica unitamente al divieto di frequentare le sedi del movimento. Ne da' notizia un comunicato di Alleanza Nazionale. 
Fabio Sabbatani Schiuma 

www.studiostampa.com

domenica 13 ottobre 2013

UNA RIFLESSIONE AD ALTA VOCE

Silvio Berlusconi ha dichiarato che in questo momento per lui la cosa più importante è l'unità del PDL. Questo ha comportato il voto di fiducia al Governo Letta. Io invece penso che la cosa più importante sia il BENE DI POPOLO E NAZIONE. Se la legittima, dal suo punto di vista, preoccupazione del Cavaliere non coincide con quella di milioni di Italiani allora è bene guardarsi intorno per cercare uno Strumento Politico (Partito) in grado di farsi carico dei nostri problemi come cittadini e non di quelli giudiziari di Berlusconi o finanziari delle Aziende di Arcore (sempre legittimi dal punto di vista del Cavaliere). Però il panorama che il guardarsi intorno offre è desolante. A destra del PDL c'è quel che tutti vediamo. Adesso che la Destra Italiana avrebbe un grande ruolo da ricoprire in termini di Liberazione dalle Euro-Catene e di Riscatto della Sovranità di POPOLO E NAZIONE sappiamo bene tutti che quel Partito non c'è. Alcuni hanno aperto una Officina nel tentativo di accreditarsi come Eredi in vista dell'ormai prossima estinzione politica del Cavaliere offrendo asilo a profughi come Tremonti, Alemanno, Giannino e Allam. Ma questa non è Destra, ma Centrodestra (e lo sottolineano con vigore offendendosi se qualcuno li definisce in modo sbagliato). Quindi? C'è chi, giustamente, sottolinea le responsabilità di una intera classe dirigente di Alleanza Nazionale nella distruzione della Destra Italiana. Sono d'accordo. Ma Qualcuno duemila anni fa diceva: "chi è senza peccato scagli la prima pietra". Vogliamo continuare ad insultarci sul tema "la mia destra è migliore della tua" oppure "il mio movimento è più anti-casta del tuo"? E' quindi auspicabile una Federazione dei Movimenti di Base che vogliono Rifondare la Destra Italiana. Ma poi cosa accade? Come si fa a farsi ascoltare dagli Italiani? Di Grillo ce n'è uno solo e non ci piace. Che si fa? Gli Italiani fanno i conti adesso con le loro tasche vuote. Adesso hanno bisogno di gente che in Parlamento alzi la voce o che vada in televisione indicando la strada per spezzare le catene. Per fare politica servono i mezzi finanziari ed è da escludere l'andare a bussare ad Arcore. Occorre ricostruire una Destra Italiana economicamente indipendente dal Cavaliere. E tutti sappiamo dove è l'unico Patrimonio Economico che garantirebbe questa indipendenza. Non possiamo rimanere bloccati alle divisioni del 1995. Dobbiamo riconquistare quei milioni di Italiani che allora guardavano con fiducia a Destra. Lo esige il Bene della Nazione. La Centralità Politica per ricostruire la Destra Italiana non passa per Arcore o per l'Officina della Meloni. Serve una Federazione di Partiti e Movimenti di Base in grado di essere "economicamente autosufficienti" e "politicamente riconoscibili nel simbolo" (da subito) da quei milioni di Italiani sia delusi da Berlusconi sia da sempre lontani dal berlusconismo. Privilegiamo quel che unisce perché l'Italia sta morendo ORA! 

di Aldo Atti

www.studiostampa.com

lunedì 30 settembre 2013

SCHIUMA: Situazione Politica Farneticante !

Mi sono 'diversamente' rotto le scatole di Alfano, Quagliarello & compagni di merenda. I colonnelli di AN hanno già dimostrato la loro pochezza, fallendo su tutta la linea, umana e politica: non sono un'alternativa credibile. Non resta che accamparmi sulla RIVA DESTRA, all'ombra solo chi si oppone con i fatti a questa sinistra pseudo-intellettuale, parlamentare e togata e cercando il dialogo con quei tanti movimenti di destra 'orfani', ma liberi, per ricostruire sulle macerie della destra italiana.

Fabio Sabbatani Schiuma

www.studiostampa.com

domenica 29 settembre 2013

L'ITALIA CALPESTATA E DERISA, DEVE RISORGERE !




sabato 21 settembre 2013

La politica Italiana, che confusione...




martedì 17 settembre 2013

SI AVVICINANO LE ELEZIONI !?!




lunedì 12 agosto 2013

Politica, Partiti, Governo e ...

Situazione Romana: i Municipi hanno i Presidenti di Sinistra, il Comune ha il Sindaco di Sinistra, la Provincia ha il Presidente di Sinistra, la Regione ha il Presidente di Sinistra, l'Italia ha i Presidenti di Sinistra. Le cose continuano a peggiorare e la colpa non sanno come scaricarla, visto che non hanno ostacoli a nessun livello. 
Fossero degli incapaci o peggio ??? 

www.studiostampa.com

lunedì 3 giugno 2013

SCHIUMA: RIFLESSIONE - Quale Futuro ?

1998: Moffa vince alla Provincia di Roma; 2000 Storace diventa Presidente alla Regione Lazio; 2008 Alemanno conquista il Campidoglio. Tutte e tre le esperienze della destra romana al governo delle istituzioni locale vengono poi subito bocciate dagli elettori. Per Alemanno c'è ancora la speranza del ballottaggio, ma di fatto è stato votato per la riconferma dal 15% dei romani - è questo è il dato più allarmante. Le cause? A mio avviso: primo, l'eterno complesso di inferiorità che fa perdere il coraggio di dire 'cose di destra' una volta giunti al potere (leggi 'paura del politically correct'); secondo, la scarsa dimestichezza con la gestione del potere che si acquisisce solo con l'esperienza sul campo; terzo, un nostro elettorato molto individualista con 'la mia destra è più destra della tua' e sempre a vedere le cose che dividono, mai quelle che uniscono (spezzettamento elettorale); quarto, spesso il fallimento anche morale più che elettorale delle persone contagiate dal potere e dal suo fascino, che hanno poi preferito circondarsi di lecchini o affaristi (leggi anche Andreotti: il potere logora chi non ce l'ha); quinto, la cannibalizzazione da parte delle correnti romane in perenne guerra tra loro e l'assenza di una struttura partitica in grado di calmierarle e dare una regia collettiva. Cosa fare? Lo so. Conoscendo il panorama, deve nascere una figura carismatica con una leadership forte. E questo dipenderà da un fattore soprattutto: che chi ha fallito non 'ammazzi sul nascere' questa ipotesi per continuare invece la logica del 'mal comune, mezzo gaudio'. 
Fabio Sabbatani Schiuma

www.studiostampa.com