lunedì 29 giugno 2020

ROMA: DA DOMANI AL VIA L'ANNUALE FESTA TRICOLORE RIVA DESTRA: "L'ITALIA CHE VOGLIAMO-PRESIDIO DI LIBERTÀ".

In piazza di Montecitorio 20 ore di dibattiti in diretta streaming e facebook. Conclude Lollobrigida (FDI). Presenti per la Lega Centinaio e Borgonzoni, per Forza Italia Gasparri. Delegazioni anche di Cambiamo con Toti e del Partito Radicale. 
ROMA, 29 giu -"Da domani, 30 giugno, fino al primo luglio, si terrà a Roma in Piazza di Montecitorio, la IV Festa Tricolore di Riva Destra, movimento federato a Fratelli d’Italia. Il nome scelto per questa edizione è Presidio di Libertà-L’Italia che vogliamo’. Nella sala Capranichetta, ci saranno infatti le dirette in streaming sul sito di Radio Radicale e su affari italiani.it e quelle Facebook sulle pagine de ‘La Voce del Patriota’ e de ‘Il Sovranista.info’. 
A margine di un simbolico gazebo in piazza, gestito dai militanti di Riva Destra, una serie di tavole rotonde. Quest’anno a chiudere i lavori, nell'edizione precedente fu Giorgia Meloni, sara’ il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida".
Lo annuncia in una nota il movimento Riva Destra.
"Microfoni aperti quindi dalle 10 di domani, Martedì 30 giugno -continua la nota- con gli interventi di saluto del segretario nazionale Fabio Sabbatani Schiuma, del portavoce Alfio Boschi e del vicesegretario Angelo Bertoglio, cui seguiranno i parlamentari di FdI, Giovanni Donzelli, responsabile nazionale dell’Organizzazione e di Marco Silvestroni, coordinatore della provincia di Roma. Ecco le delegazioni degli altri partiti gia’ confermate: dalla Lega, con l’ex Ministro Gianmarco Centinaio, la senatrice Lucia Borgonzoni e Maurizio Politi, capogruppo in Campidoglio, fino a Forza Italia con i parlamentari Maurizio Gasparri e Benedetta Fiorini, insieme al deputato all’Ars Tommaso Calderone; e ancora, ‘Cambiamo con Toti’ rappresentata dal consigliere regionale del Lazio Adriano Palozzi, responsabile organizzativo nazionale, e del Partito Radicale con Giuseppe Rossodivita e l’on. Rita Bernardini, anche Presidente di Nessuno Tocchi Caino. Non ha ancora confermata la presenza del Sottosegretario al Mef, Alessio Villarosa, del M5S. 
Questa -prosegue la nota- la lista dei parlamentari ed esponenti di Fratelli d’Italia che hanno confermato il loro intervento alle tavole rotonde organizzate dall'economista di Riva Destra, Fabio Verna: Edmondo Cirielli, Andrea De Bertoldi, Luca De Carlo, Paolo Trancassini, Nicola Calandrini, Massimo Ruspandini, Isabella Rauti, Wanda Ferro, Daniela Santanche’, Ylenja Lucaselli, Ella Bucalo, Carolina Varchi, Ciro Maschio, Marco Osnato, Mauro Rotelli, Walter Rizzetto, insieme al coordinatore di Fdi nella Marche Carlo Ciccioli, al capogruppo in Regione Calabria Filippo Pietropaolo, all'Assessore al Turismo in Liguria Gianni Berrino, al responsabile del dipartimento Turismo Gianluca Caramanna, e di quello Economia, Maurizio Leo, e a Marina Augello. Queste le tavole rotonde gia' composte, che ovviamente potranno avere dei cambi di orario in base ai lavori parlamentari in corso.
"'2020: presenti, nonostante tutto' -conclude la nota- aperta dai coordinatori territoriali di Riva Destra. Poi la scottante attualità dei temi economici: 'Buoni patriottici e moneta fiscale' e 'A 50 anni dallo Statuto dei lavoratori: e’ emergenza'. Si parlera’ poi di scuola e di turismo (“2020: vacanze in Italia”), ma anche di giustizia con i 'Diritti delle Vittime' e l’avv. Marco Valerio Verni, zio di Pamela Mastropietro. 
Tavole rotonde anche sul problema movida ('Movida Sicura: cultura, occupazione e divertimento'), con operatori del settore (Club Festival Commission, Silb, Snos) come Guido Cancellieri, definito dalla stampa il Re della movida milanese, Giorgio Tammaro e Giancarlo Bornigia del Piper; e ancora sulla ricostruzione post terremoto ('Terremoti dimenticati') con Alberto Allegrini, albergatore di Norcia e Presidente Confcommercio Valnerina. Non mancheranno poi -aggiunge infine la nota- i temi della sanita’ ('Emergenza Covid19: il modello Veneto' e 'Mens sana in corpore sano') con lo psichiatra Marco Sarchiapone, docente universitario e ideatore della helpline telefonica gratuita di Riva Destra durante la quarantena, e con il sindaco di Peschiera del Garda Orietta Gaiulli. Ovviamente si discutera’ anche del territorio laziale e romano ('Liberare Roma e il Lazio') e Riva Destra, ha predisposto anche un confronto con altre realta’ di area ('2019: obiettivo 10%. 2020: obiettivo 20%'), come per esempio, il Movimento Conservatore Stella d’Italia, il Movimento Italiano Tricolore e altri come Vox Italia, presente con una delegazione. E infine una tavola rotonda sui comuni ('X Enti locali commissariati, casse vuote, zero servizi'), ove interverranno i tanti amministratori sul territorio aderenti al movimento, che cosi’ contribuisce all'allargamento del perimetro elettorale di Fratelli d’Italia". 



Dal 30/06/2020 articoli e dirette su:  










www.studiostampa.com

giovedì 25 giugno 2020

SIRACUSA: DUE CONSIGLIERI COMUNALI ADERISCONO A MOVIMENTO RIVA DESTRA FEDERATO CON FRATELLI D'ITALIA - A Cassaro (SR) Bongiovanni e Buccheri avevano lasciato la Lega ai primi di giugno


SIRACUSA, 25 giu - "Comunichiamo con estrema soddisfazione che i due consiglieri comunali Sebastiano Bongiovanni e Giuseppe Buccheri hanno aderito al nostro movimento e hanno formalmente costituito il gruppo consiliare 'Cassaro Protagonista-Riva Destra', dopo aver lasciato ai primi di giugno la Lega di Matteo Salvini".
Lo riferisce una nota stampa di Riva Destra.


"Ringraziamo -continua la nota- il grande lavoro svolto dal coordinatore provinciale di Riva Destra a Siracusa, Francesco Finocchiaro, che contribuisce fortemente cosi' a rafforzare il radicamento di Riva Destra in Sicilia, movimento federato a Fratelli d'Italia e coordinato sull'isola da Massimo Romagnolo: entrambi hanno voluto poi proporre a Bongiovanni,figura di grande spessore politico e molto nota nel panorama politico siracusano, il ruolo di vicecoordinatore provinciale.
Forte apprezzamento-prosegue la nota- e' stato espresso da Fabio Sabbatani Schiuma, Alfio Boschi e Angelo Bertoglio, rispettivamente segretario nazionale, portavoce e vicesegretario, i quali, nel dare il benvenuto ufficiale ai due consiglieri comunali, annunceranno importanti adesioni di nuovi eletti a Riva Destra in occasione della Festa Nazionale Tricolore del 30 giugno e 1 luglio a Roma, anche per testimoniare come il movimento contribuisca ad aumentare il perimetro elettorale del partito guidato da Giorgia Meloni.
Tutti hanno concordato -conclude la nota- di quanto Bongiovanni e Buccheri con il loro radicamento sul territorio, siano valori aggiunti in termini di qualita' e quantita' per tutta la comunita' militante di Riva Destra e, in quanto eletti, faranno parte di diritto della Direzione Nazionale".
"Noi rimaniamo sempre -ha sottolineato Sebastiano Bongiovanni, che sara' il capogruppo- a fianco del territorio, di amici e di concittadini, con i quali abbiamo condiviso la scelta di aderire a Riva Destra, ossia di ritrovare la strada e la casa di quella destra, da cui provengo, scelta condivisa dall'amico e collega Giuseppe Buccheri. Ora vogliamo dare un contributo reale e costruttivo a tutto il movimento e a Fratelli d'Italia".

Consolidamento e crescita anche in Emilia Romagna e, nello specifico, nella provincia di Parma per RIVA DESTRA, il movimento politico con la sua comunità militante, federato con FRATELLI D'ITALIA.

RIVA DESTRA, nata nel 1994 come primo storico circolo di Alleanza Nazionale e oggi guidata a livello nazionale da Fabio Sabbatani Schiuma, Angelo Bertoglio e Alfio Boschi, rispettivamente Segretario Nazionale, Vice Segretario e Portavoce, sta lavorando per unire, aggregare ed allargare il perimetro politico intorno a Giorgia Meloni, con l’adesione di diversi Amministratori Comunali civici di area Centrodestra, oltre che movimenti nazionali e territoriali.
Il vero motore pulsante di Riva Destra, sono i militanti, le idee chiare e la difesa dei valori identitari della storia Italiana. Per questo che RIVA DESTRA ha deciso di puntare su persone preparate e competenti, coraggiose e leali.
È proprio di questi giorni, a seguito della proposta avanzata dal Vice-coordinatore Regionale Domenico Muollo, l'ingresso di ILARIA MOLINARI e GIANNI PIZZAROTTI nel Direttivo Regionale come Responsabili, rispettivamente, del Dipartimento Scuola ed Istruzione e del Dipartimento Economia e Finanza. 
Gianni Pizzarotti, già Vice-Sindaco di Pellegrino Parmense e già Responsabile Provinciale Organizzazione di Fratelli d'Italia, si è detto onorato dell'incarico ed è sicuro che si potranno stilare importanti proposte ed iniziative qualitativamente rilevanti sui temi di competenza, sapendo di poter trovare all'interno del movimento un terreno fertile di amici preparati con i quali confrontarsi e poter creare quelle sinergie, indispensabili per un vero valore aggiunto.
Ilaria Molinari, dal canto suo, ha una grande storia nel partito, già a partire dalla fine degli anni '80 come Dirigente Nazionale con i gruppi giovanili Fronte della Gioventù (MSI) e poi Azione Giovani (AN); docente dalla solida esperienza e competenza professionale che consentirà al movimento di ricevere un rilevante contributo, spendibile anche nei tavoli di lavoro nazionali, considerando l'odierna debolezza del sistema scolastico italiano.
Gianni Pizzarotti e Ilaria Molinari inaugurano il loro ingresso a Roma (Piazza di Montecitorio - Hotel Nazionale) partecipando al Presidio di Libertà-IV Festa Tricolore "L'Italia che vogliamo" del 30 giugno-1°luglio. Due giornate di tavole rotonde con ospiti illustri, confronti e incontri ma anche di creazione di idee e definizione di percorso che determinerà una sensibile crescita del movimento in linea e in totale sostegno con quella di Fratelli d'Italia e della sua leader Giorgia Meloni.

Domenico Muollo
Vice coordinatore Regionale Emilia Romagna
“Riva Destra” movimento federato a Fratelli d’Italia.
Tel. 3478747070
Via Berlinguer 221 sx
Fidenza (pr)
--

Riva Destra

referente Parma 
Domenico Muollo
tel. 3478747070

mercoledì 24 giugno 2020

Una strada in onore di Giorgio Almirante a Vibo Valentia: approvata la proposta di Riva Destra



FONTE Il Secolo d'Italia


Vibo Valentia avrà presto una via dedicata a Giorgio Almirante. “In Italia ci sono più di 200 strade oramai intitolate al defunto leader del Movimento Sociale Italiano. Intitolarne una anche a Vibo Valentia rafforza la necessità di una pacificazione nazionale. E rende onore a un uomo che, come ha ben detto Giorgia Meloni, ha avuto un merito storico:  avere accompagnato un’intera comunità politica, che nel dopoguerra aveva legame con l’esperienza fascista,  nell’alveo del dibattito democratico della Nazione. Un merito che è stato riconosciuto a Giorgio Almirante da tutto l’arco costituzionale: sia nel dopoguerra che nei difficili anni di piombo, anche dai suoi avversari politici”. Con queste parole gli esponenti di Riva Destra Francesco Stinà, Francesco D’Agostino e Alessandro Ferrara,  hanno esultato per l’esito dell’iniziativa.

Almirante, grande uomo
E, in una nota congiunta con il segretario nazionale Fabio Sabbatani Schiuma, gli esponenti di Riva Destra hanno ringraziato il capogruppo di FdI. “Esprimiamo grande soddisfazione -continua la nota- per l’approvazione della nostra proposta. E ringraziamo il capogruppo di Fratelli d’Italia Antonio Schiavello per averla portata anche in seno al consiglio comunale; e tutti i consiglieri di maggioranza che in commissione Urbanistica hanno dato parere positivo: sono per la precisione,  Corrado, Ursida, Colloca, Russo, Lo Schiavo, Cutrullà, Cataudella, Schiavello. Ma ringraziamo  anche l’opposizione (Comito e Lombardo): ora attendiamo la conseguente delibera di Giunta”. Finalmente un atto di civiltà.



lunedì 22 giugno 2020

IL SOVRANISTA.INFO ANNUNCIA LE NUOVE ADESIONI A RIVA DESTRA: DORI, PASSARINI, KAUFFMANN E VERNA. APERTO LO SPORTELLO IMPRESE

FONTE:  ilsovranista.info

Riva Destra, il movimento politico guidato da Fabio Sabbatani Schiuma, federato con Fratelli d'Italia presentera' a Roma, nel pomeriggio di lunedì 22 giugno  lo "Sportello Imprese" ha annunciato un ulteriore rafforzamento anche sul territorio romano. 
Il movimento,  fondato 26 anni fa dall'esponente della destra sociale Fabio Sabbatani Schiuma, annuncia infatti per bocca del coordinatore romano Lorenzo Loiacono e del coordinatore regionale Marco Micacchi, l'ingresso ufficiale di un grande amico, Enrico Kauffmann, esperto di ordine pubblico, e del Prof. Fabio Verna, quali responsabili dei dipartimenti Sicurezza ed Economia, e dell'avv. Francesca Passarini, quale coordinatore del Municipio I, ossia il centro storico. Lo stesso Verna, economista, illustrera' oggi sulla piattaforma di zoom, uno sportello gratuito dedicato alle imprese, che sara' coordinato da un altro nuovo ingresso in Riva Destra, Simonetta Dori, veterana di via della Scrofa, e con l'appoggio dello studio della Dott.ssa Marina Augello e il supporto di un team di professionisti con maturata esperienza formatasi sui mercati, offrirà una significativa risposta alle diverse tematiche di sviluppo delle aziende italiane. Il servizio supporterà gratuitamente le imprese in una prima analisi di base volta all’individuazione delle esigenze specifiche, per poi costruire il percorso specialistico su misura al raggiungimento del risultato. Attraverso la partecipazione a taluni network professionali a livello europeo ed internazionale, il team sara' in grado di fornire assistenza nei principali mercati esteri, rivolgendosi ad aziende operanti nei settori industriali, commerciali e operative nel terziario avanzato, interessate ad avvalersi di fondi strutturali, di leve finanziarie, private equity, finanza strutturata, oltre che la gestione dei rapporti bancari e creditizi. "La crescita non solo numerica di Riva Destra - si legge in una nota del movimento- e' la conferma che nuovi strumenti di partecipazione e di aggregazione, sono utili per rafforzare e qualificare quell'area politica che Giorgia Meloni ha oramai ricompattato. Noi abbiamo creduto nel suo progetto oramai da due anni e abbiamo fatto la nostra modesta parte, portando numeri, idee e anche parecchi eletti in liste civiche, alcuni dei quali, ancora non annunciati, saranno presentati alla nostra imminente festa tricolore". 

www.studiostampa.com

Roma: Fratelli d'Italia per il Turismo.

La folta rappresentanza di Riva Destra

www.studiostampa.com

sabato 20 giugno 2020

TERMINATO IL DIRETTIVO REGIONALE: RIVA DESTRA IN CALABRIA CRESCE IN QUALITA' E QUANTITA'. I COMPLIMENTI DELLA DIREZIONE NAZIONALE AL LAVORO DI FRANCESCO STINA'

Una realta' di tutto rispetto oramai, quella di Riva Destra in Calabria, capitanata dal coordinatore regionale Francesco Stina', che si e' riunita oggi presso l'Hotel Aer di Lametia Terme. 
"Due ore di dibattito politico -ha dichiarato lo stesso, soddisfattissimo alla fine dei lavori- che mi rende orgoglioso del lavoro svolto. Riva Destra Calabria e' stata tra i coofirmatari (insieme a Roma e alla Puglia n.d.r.) della mozione che nell'ottobre 2018, in occasione dell'intervento di Giorgia Meloni alla nostra Direzione Nazionale, propose di avallare subito il patto federativo proposto dalla leader di Fratelli d'Italia. Oggi siamo fieri di avere messo in campo una squadra che anche alle ultime elezioni regionali non ha fatto mancare il supporto al commissario regionale di FdI, Wanda Ferro, e all'elezione dell'attuale capogruppo regionale Filippo Pietropaolo".
"A Francesco Stina' e a tutti i militanti, prima che dirigenti di Riva Destra Calabria, giungano i complimenti di tutta la Direzione Nazionale di Riva Destra, oltre che quelli miei personali all'amico Francesco -ha voluto testimoniare il fondatore e segretario nazionale Fabio Sabbatani Schiuma, insieme al portavoce nazionale Alfio Boschi e al vicesegretario Angelo Bertoglio. Sono lontani oramai i tempi nei quali, proprio li' iniziammo a percepire un certo sprezzo di qualche nordico senatore leghista in odor di colonizzazione elettorale, a fronte della nostra presenza, fieramente e orgogliosamente di destra. Con Giorgia Meloni abbiamo ritrovato la strada giusta, quella di una casa che anche noi stiamo contribuendo a rafforzare e ampliare. Basta scorrere l'organigramma pian piano costruito per rendersene conto: dal consigliere comunale Francesco D'Agostino che ha riportato la bandiera di FdI nelle Serre Vibonesi, al lavoro certosino di Gianni Iaconis a Crotone in termini di visibilita' e qualita', compreso il grande contributo del suo vice Edoardo Piscitelli nella Segreteria Organizzativa Nazionale, ove la vice responsabile e' un'altra calabrese (oramai romana d'adozione) Giuseppina Vallecca. E ancora le presenze spumeggianti di Mirella Spadafora a Cosenza, le belle prospettive elettorali che ci offre Giuseppe Grande nel catanzarese. I ritorni gratificanti di storiche colonne di Riva Destra Calabria, come Sandro Mauro e Giuseppe Marrapodi. La nostra recente battaglia a Vibo Valentia per la strada a Giorgio Almirante, e' stata poi preceduta dalle nomine di Rosaria Barbuto, Alessandro Ferrara e Francesco Agostino. La qualita' e l'esperienza nei dipartimenti costituiti da Giuseppe Arfuso, Giuseppe Pellegrino, Alessandro Ferrara e Pantaleone Leo Aiello, fanno poi da bellissima cornice a una militante storica di Riva Destra, seppur giovanissima, come Francesca Saladino. Grazie". 
Anche il coordinatore del Litorale Nord della provincia di Roma, Francesco Prato, ha voluto far pervenire il suo "virtuale abbraccio a coloro che in quella che e' la sua terra natia, sventolano fieri la bandiera di Riva Destra"


CALABRIA  

COORDINAMENTO REGIONALE - Francesco Stinà  

Dipartimento Economia - Regionale - Giuseppe Arfuso

Dipartimento Infrastrutture e Trasporti - Pantaleone (Leo) Aiello

Dipartimento Ambiente e Territorio - Giuseppe Pellegrino

Comunicazione e Sanità - Regionale - Sandro Mauro 

Organizzazione ed Eventi - Regionale - Gianni Marrapodi

Coordinatore Riva Destra Giovani - Francesca Saladino  

Cosenza - Coordinatore Provinciale - Avv. Mirella Spadafora 

Catanzaro - Coordinatore Provinciale - Avv. Giuseppe Grande

Coordinamento - Vibo Valentia - Consigliere Comunale Francesco D'Agostino

Vice-Coordinatrice provinciale di Vibo Valentia - Rosaria Barbuto

Coordinamento Giovani - Vibo Valentia - Francesco Agostino

Coordinamento Comunale - Vibo Valentia - Alessandro Ferrara

Coordinamento - Crotone - Gianni Iaconis

Vice-Coordinatore Provinciale - Crotone - Edoardo Piscitelli


DIRETTIVO REGIONALE
"RIVA DESTRA CALABRIA"
HOTEL AER LAMEZIA TERME

ZOOM: DOMENICA UNA VIDEOCONFERENZA PER PREPARARCI A COMBATTERE PER LA NOSTRA LIBERTA'.

E' un momento duro, forse vitale, ma non solo per le sorti della nostra Patria e dell'Europa, ma forse del nostro intero pianeta. I segnali della geopolitica, dei nuovi ordini mondiali, dei padroni del globo, dei predicatori del pensiero unico, sono davvero inquietanti per il nostro futuro prossimo.

"Non esistono uomini che vincono o che perdono ...
Esistono uomini che combattono o non combattono"



Credo che molti, con questo covid19, siano rimasti attoniti di quanto sembri il passaggio verso una nuova era. Ove nulla sara' come prima. Un'epoca piuttosto buia, ove gli spirali di luce sono sempre piu' fiochi.
Ove oltre alla perdita di ogni sovranismo, assistiamo a una costante privazione della nostra liberta'.
Ci vogliono numeri, utenti. Forse anche cavie. Cosa fare? Ma soprattutto come farsi forza. Come ricostruire l'individuo, di cui vorrebbero cancellare ogni splendida unicita'. Come capire che per combattere, serve innanzitutto essere esercito. Che oltre alle armi da impugnare, serve la determinazione di voler e poter vincere. La consapevolezza di combattere per la propria sopravvivenza di esseri umani e pensanti. Autodeterminati. Serve l'energia per costruire l'azione. Per sentire di essere in tanti, forse la maggioranza, anzi sicuramente. Una maggioranza che deve smettere di essere silenziosa. Per una ribellione delle coscienze individuali, per una rivoluzione etica e comportamentale, serve guardarsi anche dentro. E guardare gli altri che possono esserci al fianco. Per fare quadrato, per lanciare una sfida, per non essere fagocitati dal male assoluto. Quello vero.
Abbiamo chiamato due esperti delle dinamiche psicologiche, con i quali interagire.
La battaglia ci aspetta e stavolta non e' importante combattere. Ma soprattutto vincere.
"La comunita' puo' vincere", si scriveva sui muri una volta. Si, puo' farcela.

venerdì 19 giugno 2020

VERONA-IN.IT Riva Destra Verona: "in Parlamento lo strano e bizzarro caso delle rendite catastali per le imprese"

(fonte verona-in.it)
Mentre il Governo è impegnato nelle ville romane a scrivere il libro dei sogni, il Coordinatore Provinciale di Riva Destra Verona, Filippo Spadafora, punta l’attenzione sulle rendite catastali. Proprio in questi giorni mentre il Governo, malgrado la crisi pandemica che ha attanagliato il mondo, si riunisce per gli “Stati Generali dell’economia”, non si è nemmeno preoccupato di far pervenire la cassa integrazione a tutti gli operai, scaricando l’onere ad alcune imprese di anticiparla, sottraendo pertanto liquidità al sistema.
Pertanto Riva Destra Verona sta verificando se molte delle rendite catastali dei fabbricati industriali, alberghi, e di altri edifici produttivi (quei fabbricati all’interno dei quali si produce lavoro e tramite questo si assicura la sopravvivenza a milioni di famiglie) sono correttamente calcolate.
Il problema nasce dalla mancata applicazione dei coefficienti previsti dalla legge istitutiva del catasto che prevedeva l’applicazione al “capitale fondiario” di un saggio di redditività fisso ed invariabile del 2%. Nel tempo, l’argomento (il saggio di redditività) è sempre stato oggetto di contenzioso, tanto da indurre l’allora Ministero delle Finanze all’emanazione di numerose e specifiche circolari in tal senso, problema di non poco conto arrivato sino al giudizio di legittimità della Corte Costituzionale (Sentenza n° 111 del 22.04.1997).
Malgrado ciò, negli anni scorsi molti uffici periferici hanno notificato ai contribuenti rendite catastali determinate applicando discrezionalmente un saggio di redditività superiore a quello imposto dalle norme, che oltre a risultare illegittimo ha innescato una sperequazione fortemente impattante verso alcune categorie produttive. Differenza fra la rendita catastale determinata adottando il saggio di redditività corretto (2%) e calcolata con un saggio (illegittimo) del 3%.
Per rendere tangibile l’incidenza di quanto denunciamo, si propone l’esempio di un edificio produttivo di categoria D/7 o di un albergo (categoria D/2) con una rendita catastale di 20.000 euro ubicato in comune di Verona e sottoposto ad un’aliquota IMU pari al 7,6%, che deve versare al fisco un importo di 10.374 euro. Lo stesso fabbricato con una rendita catastale di 30.000 euro ne versa invece un terzo in più ovvero 15.561 euro.
Filippo Spadafora, insieme a Fabio Verna, responsabile del dipartimento Economia di Riva Destra Roma, stanno preparando gli atti per un'interpellanza parlamentare da sottoporre ai gruppi di Fratelli d'Italia. 

giovedì 18 giugno 2020

IN PIAZZA ! Il 30 giugno e il 1 luglio ecco la IV FESTA NAZIONALE TRICOLORE di RIVA DESTRA. LOLLOBRIGIDA concludera' il "PRESIDIO DI LIBERTA'-L'ITALIA CHE VOGLIAMO".


30 giugno e 1 luglio: stiamo arrivando! NON POTEVAMO MANCARE quest'anno, ma stavolta abbiamo scelto la piazza e un titolo che ne spiega i motivi. Ora e' ufficiale: la IV FESTA NAZIONALE TRICOLORE di Riva Destra, oggi movimento federato a Fratelli d'Italia, si terra' a Roma, in PIAZZA di MONTECITORIO e si chiamera' "PRESIDIO DI LIBERTA' - L'Italia che vogliamo". 


Non e' stato facile ottenere tutti i permessi e le autorizzazioni per un luogo così sensibile, ma ci siamo riusciti. Si, perche' anche quest'anno volevamo fortemente esserci di nuovo, ma soprattutto rivendicare il DIRITTO alla LIBERTA', un bene troppo prezioso per essere intaccato da questo governo, che nessuno ha votato e che non rappresenta la maggioranza degli italiani. Saremo li' sotto per due giornate dalle 10 alle 20, davanti a uno dei palazzi simbolo delle nostre istituzioni a testimoniare una protesta dura e sdegnata contro chi crede di poter calpestare la democrazia a colpi di decreti presidenziali e a ritmi da 'Grande Fratello'.
Nel contempo pero', daremo vita ad almeno una dozzina di tavole rotonde, sui temi che piu' ci stanno a cuore: dall'economia e dal lavoro innanzitutto, ma anche sulla sicurezza, sulla sanita', sulla giustizia, sui diritti, sugli enti locali, passando per le prossime elezioni regionali, fino alla ricostruzione dai terremoti e anche l'industria dell'intrattenimento. E lo faremo insieme agli interventi di tanti parlamentari di Fratelli d'Italia, con ospiti di altri schieramenti politici e della societa' civile e con le proposte che Riva Destra vuole portare avanti.
Lo scorso anno a luglio l'ospite d'onore fu Giorgia Meloni, poi a settembre festeggiammo i nostri 25 anni di storia all'interno della festa Nazionale di Atreju, grazie e insieme al capogruppo alla Camera di FdI, Francesco Lollobrigida. E a lui quest'anno abbiamo chiesto di venire a concludere la nostra festa. Ove non mancheranno sorprese, perche' Riva Destra e' militanza, destra sociale, numeri, idee e proposte, ma anche sempre piu' eletti, per lo più in liste civiche, che tramite noi, entrano in Fratelli d'Italia. Per dare sempre piu' forza alla nostra grande leader, GIORGIA MELONI.


ARFUSO (DIPARTIMENTO ECONOMIA RIVA DESTRA CALABRIA): SERVONO POLITICHE FISCALI ESPANSIVE

Nelle ultime settimane in Italia e in Europa si è affacciata con prepotenza la questione economica legata alla pandemia in corso
E’ sempre più evidente che la pandemia e le misure di contenimento del contagio adottate  provocheranno una profonda recessione in conseguenza del blocco di una parte importante dell’attività produttiva e la scomparsa dei redditi generati da quelle attività. Si avrà una riduzione del PIL maggiore di quella causata dalla crisi finanziaria globale del 2008, e che esse non sarà transitoria.
La caduta significativa del PIL e degli aumenti di spesa pubblica e riduzione delle tasse per fronteggiare l’emergenza farà lievitare il rapporto tra deficit e PIL e tra debito pubblico e PIL.


Si deve notare tuttavia un elemento di estrema importanza fino ad oggi spesso sottovalutato o addirittura ignorato : il denominatore (il PIL) non è indipendente dalla politica di bilancio pubblico, cioè dalle variazioni della spesa pubblica o delle tasse. In altri termini, più spesa pubblica implica minore caduta del PIL. Inoltre, gli effetti delle variazioni di spesa pubblica sul PIL in fasi di recessione o stagnazione economica sono particolarmente forti. Questo fa sì che in una economia già in difficoltà, le politiche di austerità (riduzione della spesa) fanno aumentare il rapporto debito-Pil. In Italia, per esempio, quel rapporto è aumentato di oltre 10 punti percentuali tra il 2011 e il 2013, cioè proprio nel pieno della attuazione delle politiche di austerità . Ciò significa, in primo luogo, che politiche fiscali espansive (più spesa pubblica, meno tasse), avranno nel presente contesto l’effetto di ridurre la caduta del PIL. Di conseguenza, politiche fiscali decisamente espansive, se ben disegnate ed efficaci, potrebbero anche ridurre l’incremento del rapporto deficit-PIL e debito-PIL
Pertanto le politiche fiscali espansive sono essenziali:
per sostenere la spesa sanitaria, i redditi e la domanda aggregata, per assicurare la lotta al virus, gli standard di vita e la produzione nei settori ancora attivi,
per alleggerire il carico fiscale alle imprese e assicurare loro, anche attraverso il sistema bancario, la liquidità sufficiente per sopravvivere alla tempesta, sperando che cessi. Il rischio è che sennò quando ci sarà una ripresa globale le imprese non saranno più lì a rispondere
Gli strumenti che possono essere messi in campo per perseguire gli obiettivi appena indicati possono essere divisi in tre grandi categorie.
Garanzia pubblica sull’erogazione di credito bancario alle imprese attraverso il sistema bancario. Gli interventi possono andare nella direzione di favorire il credito bancario al settore privato e alle imprese a bassi tassi di interesse e con una ridotta richiesta di garanzie (collaterali). Questo richiede che il sistema bancario venga a sua volta garantito dallo Stato a fronte di tali prestiti. Un accesso facilitato e a basso costo al credito è importante per le imprese e va sicuramente perseguito
L’emissione di titoli del debito pubblico da parte dei singoli governi nazionali è lo strumento per finanziare la spesa di emergenza e la riduzione delle entrate fiscali. Essi possono essere acquistati sul mercato finanziario da privati, soprattutto banche e altre istituzioni finanziarie
Il finanziamento monetario della spesa è un terzo strumento che di fatto non determina l’insorgere di un debito. Mentre con le politiche adottate sinora la Banca Centrale Europea fornisce liquidità alle banche in cambio di titoli pubblici o privati, ma senza garanzia che ne rinnoverà l’acquisto quando essi vengono a scadenza, con il finanziamento monetario della spesa pubblica la Banca Centrale va a finanziare voci di spesa del Tesoro senza che sussista effettivamente un obbligo di rimborso, cioè crea direttamente potere d’acquisto. Un sostegno incondizionato della banca centrale appare particolarmente auspicabile ai fini del finanziamento della spesa sanitaria e della compensazione dei redditi persi da famiglie e imprese a causa del ‘lock-down’. Finita l’emergenza, sarebbe estremamente appropriato per finanziare ampi piani di investimento pubblico che favoriscano la ripresa e la capacità di far fronte a eventuali recrudescenze dei problemi sanitari.


Dott Giuseppe Arfuso, responsabile Dipartimento Economia Riva Destra Calabria

lunedì 15 giugno 2020

L’aeroporto a Latina s’ha da fare. Fratelli d’Italia e Riva Destra puntano sull’analisi di fattibilità.

Senza infrastrutture non è possibile tracciare la strada verso il futuro. In particolare la provincia di Latina soffre da anni di un isolamento legato all'incapacità di tradurre in cantieri progetti che avrebbero potuto rappresentare il primo tassello verso lo sviluppo.
Non si tratta solo della Roma – Latina e della Bratella Cisterna – Valmontone ma anche della possibilità di portare su questo territorio la realizzazione del terzo scalo aeroportuale del Lazio.

A riportare in auge il tema, che a tratti torna alla ribalta per poi perdersi nei meandri della memoria ormai da anni, sono il consigliere comunale di Fratelli d’Italia, Matilde Celentano ed il commissario comunale di Riva Destra, Roberto Menichelli, d'intesa con il coordinatore provinciale di Latina, Stefano Zangrillo.

L’intervento arriva a margine dell’incontro che ha sancito la collaborazione tra Fratelli d’Italia Latina e Riva Destra, il movimento federato al partito di Giorgia Meloni, svoltosi nella sede del partito di Latina alla presenza dei vertici provinciali (Stefano Zangrillo), regionali (Marco Micacchi) e nazionali (Fabio Sabbatani Schiuma) del movimento e di Matilde Celentano, in rappresentanza del coordinatore provinciale Nicola Calandrini.

Nello specifico, quello che si chiede, è che sia fatta una attenta analisi di fattibilità tecnica ed operativa sul terzo scalo aeroportuale del Lazio a Latina.

“Questa volta, per evitare che il tema aeroporto diventi spot elettorale delle prossime amministrative, il nostro impegno politico – spiegano all’unisono – si tradurrà nel verificare con gli enti coinvolti l’effettiva necessità e possibilità di realizzazione di un terzo scalo aeroportuale  (AM-ENAV-Regione-Aeroporti di Roma) andando solo poi ad individuare percorsi di richiesta fondi europei dedicati coinvolgendo i parlamentari di riferimento sul territorio”.

A sostegno dell’ipotesi di realizzare un aeroporto civile a Latina c’era e resta la presenza della pista di atterraggio di 1700mt, quella del Comani, condizioni meteo, idrologiche  e geografiche ottimali e l’ubicazione a ridosso della linea ferroviaria che permetterebbe un collegamento con la Capitale in 30 minuti.

“Infrastrutture quali l’aeroporto dovranno essere funzionali anche per il vicino territorio di Frosinone, che a breve sarà interessato – concludono – da trasporto ferroviario ad alta velocità. Al fine di rendere tali opere strategiche fruibili per entrambe i territori, quando le condizioni legate al Covid lo renderanno possibile, sarà svolto un incontro aperto a tutti che coinvolga i colleghi di partito e movimento della vicina provincia”.

https://www.latinaquotidiano.it/laeroporto-a-latina-sha-da-fare-fratelli-ditalia-e-riva-destra-puntano-sullanalisi-di-fattibilita/
www.studiostampa.com

CASTEL VOLTURNO, RIVA DESTRA CHIEDE TAVOLO DI LAVORO SU INQUINAMENTO LITORALE DOMIZIO

“L'inquinamento del litorale Domizio è soprattutto a monte del Comune di Castel Volturno laddove insistono impianti di depurazione vecchi, non efficienti e mal gestiti. Problematiche che si sommano agli scarichi abusivi di liquami che nelle zone industriali vedono numerose aziende scaricare liquami direttamente nel Canale Savona, Canale Agnena, Fiume Volturno, Regi Lagni e Lago Patria, tutti con sbocco in mare della litorale Casertano”.
Lo denuncia Roberto Zitola, coordinatore dell’associazione politica Riva Destra, sezione di Castel Volturno, che opera al fianco di Vox Italia Castelvolturno in sinergia con comitati, associazioni e cittadini attivisti nel settore della tutela ambientale. 

“Purtroppo  - prosegue Zitola - ad oltre un mese dalla comparsa della vasta chiazza nera determinata da liquami fuoriusciti dal Canale Anagnena che oscurò lo specchio d’acqua del litorale casertano, nessuno dei successivi annunci e degli impegni assunti dalle istituzioni locali, regionale e nazionali ha avuto seguito”.

“I Regi Lagni  - ricorda il presidente della sezione castellana di Riva Destra - annoverano migliaia di collettori illegali censiti ma nel silenzio generale si accetta un degrado senza uguali. Oggi si fermano di nuovo le pompe di sollevamento sulla Domitana con la fogna che si riversa nel canale Abbruzzese e termina direttamente a  mare. Un vero e proprio disastro ambientale per la flora e la fauna marina, costiera che, dobbiamo constatare, non è solo ambientale ma evidentemente politico e istituzionale”.

Per Riva Destra Castel Volturno e Vox Italia Castel Volturno “serve un tavolo di lavoro per fronteggiare a un fenomeno di inquinamento marino unico in Italia intorno al quale riunire, con le istituzioni, anche e soprattutto le associazioni, i comitati e gli attivisti locali”. 

Napoli, 15 giugno 2020

www.studiostampa.com

domenica 14 giugno 2020

CI LASCIA IL SENATORE BERTACCO. RIVA DESTRA SI UNISCE AL DOLORE DI GIORGIA MELONI E DI TUTTA FDI


Alla fine il più fragile è stato lui, Stefano Bertacco, senatore di Fratelli d’Italia, portato via dal male che lo avevo colpito un anno fa. “Un fratello”, lo ricorda Giorgia Meloni nel suo ricordo personale su Facebook. “Gentile, sorridente, rassicurante”, quelle le parole della presidente di Fdi per una persona che si è sempre spesa per le persone più deboli.
Senatore e assessore ai servizi sociali del Comune di Verona, Bertacco aveva appena 57 anni. Larga parte della sua esistenza è stata dedicata proprio alla destra italiana, dal Msi fino a Fratelli d’Italia, in cui era stato anche capogruppo a Palazzo Madama. E nella scorsa legislatura proprio lui aveva avuto l’onore di rappresentare per primo pattuglia della Meloni al Senato, aderendo al partito.



Stefano Bertacco, primo senatore  di Fdi
Davvero vasta la produzione legislativa di Bertacco. Numerosi i disegni di legge presentati come primo firmatario, a partire da quello costituzionale sulla “partecipazione dei giovani alla vita economica, sociale, culturale e politica della nazione nonché i requisiti di età per l’elezione del Presidente della Repubblica e dei membri del Parlamento”.

Tra le varie proposte, il divieto di finanziamento ai partiti da parte delle cooperative sociali. La ricerca della verità sulla di Ustica sollecitando una commissione di inchiesta. La tele sorveglianza negli asili per i bambini e nelle strutture per anziani. Tra le tante proposte legislative anche le primarie stabilite con norme precise e il recupero e la valorizzazione delle città di fondazione.

Lo piange un’intera comunità

Una perdita per un’intera comunità, che aveva onorato anche con il suo impegno amministrativo nella città di Verona. Quando la Meloni lo presentò ai giornalisti come senatore aderente a Fdi ci tenne a testimoniare i meriti che tutti gli riconoscevano come assessore. Proprio la lotta alle fragilità era la sua scelta di vita. Purtroppo Stefano Bertacco non ce l’ha fatta a sconfiggere la malattia, ma è rimasto in piedi – da autentico combattente – sino alla fine. Con la fierezza del patriota. Col coraggio che non viene mai meno.

FONTE ilsecoloditalia.it

VICENZA: CRESCE ANCORA FDI, ANCHE GRAZIE A RIVA DESTRA. DE CARLO ANNUNCIA ADESIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE AZZOLIN


Vicenza. Continua la crescita di Fratelli d'Italia in tutta Italia e continua anche grazie al grande impegno delle donne e uomini della comunità politica di Riva Destra, che sostiene fedelmente l’immenso lavoro di Giorgia Meloni. 
Ieri durante una conferenza stampa del Coordinatore regionale di Fratelli d'Italia Veneto, On. Luca de Carlo, è stata ufficialmente annunciata l’adesione a FdI del nostro amico Christian Azzolin, Coordinatore Provinciale di RivaDestra Vicenza e Consigliere Comunale di Thiene, eletto con la lista Christian Azzolin per Thiene - Liberi a Destra Thiene.