venerdì 18 maggio 2018

CRISI ITTICA CALABRESE !

L'UE ha deciso il destino della sardella ossia rosamarina, per i neofiti del genere, trattasi di neonate sardine ricoperte di peperoncino rosso e finocchio selvatico. Un fendente mortale per la già asfittica economia calabrese, un regolamento subito senza colpo ferire ad eccezione di qualche timida vocina inascoltata. la norma in questione e' quella del Regolamento Europeo 1967/2006 che vieta la pesca del novellame azzurro sotto gli 11 cm. Secondo i burocrati di Bruxelles questa misura restrittiva difende l'habitat naturale dell'ambiente marino...secondo i dati economici questa misura ha cagionato un danno economico rilevante agli addetti del settore di quasi 20 milioni di euro con relativa perdita dei posti di lavoro. Ricordiamo che l'UE può imporre dei limiti stabiliti all'interno della politica comune della pesca, ma sono gli stessi Stati membri a deliberare le norme che influenzano la gestione delle quote...in ogni caso i padroni di Bruxelles hanno già posto rimedio, la nostra rosamarina calabrese verrà debitamente sostituita dal pesce ghiaccio cinese...è questa l'Europa che vogliamo ? Noi No !

Vincenzo Caravona -Responsabile Regionale Enti Locali- Riva Destra Coordinamento Calabria

www.studiostampa.com