mercoledì 7 marzo 2018

RICOSTRUIRE UNA DESTRA MODERNA MA CON LE RADICI SALDE. EPPUR QUALCOSA SI MUOVE…

Galeazzo Bignami
Galeazzo Bignami entra in Parlamento! 
E solo qualche mese fa l’elezione di Tommaso Calderone deputato all'ArS

Tommaso Calderone
La nostra e’ una missione. Mettiamocelo in testa. Essere avanguardia della ricostruzione della nostra area politica. E’ vero, e’ dura stare al buio. In un centrodestra lontano dai nostri cuori e che oramai concede la sopravvivenza solo a Maurizio Gasparri e non ricandida gli ex Fuan e FdG, Fabrizio Di Stefano e Pietro Laffranco. E magari regala spazi ad ex finiani ed ex alfaniani. Pensi sia inutile anche turarsi il naso e sostenerlo questo centrodestra. Eppure lo abbiamo fatto, con l’allora logica anticomunista di Indro Montanelli. Talvolta si rischia di rimanere accecati da una luce. Ci sembra l’inizio di un nuovo giorno, quando poi scopriamo essere una luce artificiale. Non illumina a giorno e non scalda piu’ di tanto. E infatti la spegnamo. Non possiamo neanche considerare alba una piccola fiammella. La vediamo in un angolo, tenue tenue, buona solo a illuminare una piccola destrina, peraltro ancora a conduzione famigliare. Non la combattiamo di certo, anzi, almeno in Calabria Riva Destra ha anche sostenuto FdI. Come nel Lazio Riva Destra ha contribuito a fare dell’ex An Adriano Palozzi il più votato alla Regione. Ma non può bastare. Noi sogniamo in grande. E servono nuovi leader. Perché a destra la storia dice questo. E’ il leader che fa il partito. Serve chi unisca le tante destre e faccia sintesi. E abbia carisma. Trascini. Non sia piacevole solo da ascoltare, ma ci faccia battere il cuore. E allora, pero’, vedi che qualcosa si muove. Eccoli. 
Ieri Tommaso Calderone, avvocato penalista del messinese, eletto all'Assemblea Regionale Siciliana, guidata da Nello Musumeci. Tommaso, che si definisce su facebook, l’indomani della sua splendida cavalcata elettorale, “fiero di essere stato un militante di destra, fiero di essere stato iscritto al Fronte della Gioventù. fiero di essere stato iscritto per 20 anni al Movimento Sociale Italiano, fiero di essere anticomunista, fiero di non essere un servo, fiero di essere amato dalla mia gente”. E lo urla dentro Forza Italia Sicilia. “E' quasi certo che nel nostro collegio verranno candidate, da una certa parte politica, persone che sono obiettivamente improponibili. Io sono sceso in campo per il mio territorio e la mia gente e lo sto dimostrando. Se dovesse accadere quello che temo vi voglio tutti con me. Sarà guerra (ovviamente elettorale) ...senza se e senza ma”. E siccome accade, non ha paura di ribadire, “non mi hanno ascoltato. Ho lottato senza sosta , con altri parlamentari di Forza Italia, per fare comprendere ai vertici del Partito che occorreva candidare donne e uomini di spessore e vicini al territorio. Avevamo proposto donne e uomini di altissimo profilo. Non ci hanno dato ascolto. Il risultato è sotto gli occhi di tutti. Un Partito è fatto di idee, di lavoro, di vicinanza al territorio, di competenze e non di gesti arroganti e privi di significato politico. Adesso ci ascolteranno...perbacco se ci ascolteranno”. Gli sta stretta quella Forza Italia. Si capisce Poi vedi i risultati nazionali e in mezzo a tanti, spunta il grande Galeazzo Bignami. E’ diventato deputato a Bologna. E lo abbiamo conosciuto a un nostro convegno. 
La Destra Riparte”, a Todi, qualche anno fa. C’era con lui, tra i nostri ospiti, Marco Chiocci, il grande direttore de IL TEMPO, Quotidiano Romano, ma da sempre attento alle dinamiche della destra. Grande intervento quello di Galeazzo. Lo ricorderà chi c’era. Giovane, gagliardo, ex Fronte della Gioventù. Preparato ed educato. Già dichiaratosi pronto a dare una mano a Riva Destra. Non solo per interrogazioni e altri atti parlamentari, ma anche per inaugurare la nostra sede a Roma e soprattutto per una nuova puntata de La Destra Riparte. Perché nonostante tutto, a destra…eppure qualcosa si muove. 
Il nostro giorno verrà. Tiocfaidh àr là !

Fabio Sabbatani Schiuma
fondatore del primo circolo di An “Riva Destra”, 
oggi movimento autonomo e indipendente dai partiti.

www.studiostampa.com