Ultimissime

giovedì 20 luglio 2017

Regionali e politiche: Noi con Salvini si organizza nel Lazio.

Il movimento punta dritto anche alle elezioni di Ostia

Regionali e politiche: Noi con Salvini si organizza nel Lazio
Spiccano due politici dal passato di destra: Saltamartini (vicepresidente della Lega alla Camera) e Sabbatani Schiuma, ex consigliere capitolino e responsabile dell'organizzazione
Noi con Salvini si struttura sul territorio in vista delle imminenti elezioni di ottobre nel Municipio X, commissariato per mafia, e le successive regionali del Lazio e politiche. 
E’ stato, infatti, completato l’organigramma regionale del movimento, tra cui figurano, oltre al coordinatore Francesco Zicchieri, Umberto Fusco nella veste di vice coordinatore; William de Vecchis in qualità di coordinatore provinciale di Roma; Matteo Adinolfi come coordinatore provinciale di Latina; Kristalia Rachele Papaevangeliu rappresentante della provincia di  Frosinone; Matteo Simeoni al vertice della provincia di Rieti.
Il coordinamento regionale è poi formato da Felice Squitieri e Marco Pietrandrea, responsabile dei giovani, ma soprattutto spiccano due figure importanti della destra romana: Barbara Saltamartini, attuale vicepresidente della Lega Nord alla Camera dei deputati, e Fabio Sabbatani Schiuma, a cui spetterà l’organizzazione del movimento sul territorio.
Un incarico importante per Schiuma, il quale può vantare un importante bagaglio politico e una lunga esperienza nelle istituzioni. Attualmente sfida il minisindaco dei 5 Stelle, Giovanni Boccuzzi, dai banchi dell’opposizione nel ruolo di capogruppo nel Municipio V di Noi con Salvini, dopo aver animato, sempre nelle fila della minoranza, per quindici anni l’Aula Giulio Cesare dove ha ricoperto anche il ruolo di vicepresidente del Consiglio comunale. 
Però Schiuma non ha risparmiato nessun scivolone ai 5 Stelle, uscendo spesso anche fuori da Centocelle, Torpignattara, Tor Sapienza, Alessandrina, Casilino, Quadraro e Tor Tre Teste: dai campi nomadi ai roghi tossici alle moschee abusive, rendendosi protagonista di una serie di blitz contro l’approvazione della legge sullo Ius Soli, per ora ritirata dal premier Paolo Gentiloni.
“Ringrazio il coordinatore Zicchieri per la fiducia che ripagherò con le uniche monete  che posseggo: la militanza e la lealtà - ha dichiarato al Giornale d’Italia - Sono orgoglioso di aver conquistato in questi due mesi la sua stima con fatti concreti.  Auguro a tutti gli altri componenti buon lavoro, e sono certo che insieme cercheremo di ‘fare squadra’, come chiede il nostro leader Matteo Salvini”. 
Ora si attende di capire come Noi con Salvini si organizzerà sui municipi, per ora ancora vacanti. 
Noi con Salvini si struttura sul territorio in vista delle imminenti elezioni di ottobre nel Municipio X, commissariato per mafia, e le successive regionali del Lazio e politiche. 
E’ stato, infatti, completato l’organigramma regionale del movimento, tra cui figurano, oltre al coordinatore Francesco Zicchieri, Umberto Fusco nella veste di vice coordinatore; William de Vecchis in qualità di coordinatore provinciale di Roma; Matteo Adinolfi come coordinatore provinciale di Latina; Kristalia Rachele Papaevangeliu rappresentante della provincia di  Frosinone; Matteo Simeoni al vertice della provincia di Rieti.
Il coordinamento regionale è poi formato da Felice Squitieri e Marco Pietrandrea, responsabile dei giovani, ma soprattutto spiccano due figure rappresentative della destra romana ed ora diventate le colonne portanti del movimento nella Capitale: Barbara Saltamartini, attuale vicepresidente della Lega Nord alla Camera dei deputati, e Fabio Sabbatani Schiuma, a cui spetterà l’organizzazione del movimento sul territorio.
Un incarico importante per Schiuma, il quale può vantare un bagaglio politico e una lunga esperienza nelle istituzioni. Attualmente sfida il minisindaco dei 5 Stelle, Giovanni Boccuzzi, dai banchi dell’opposizione nel ruolo di capogruppo nel Municipio V di Noi con Salvini, dopo aver animato, sempre nelle fila della minoranza, per quindici anni l’Aula Giulio Cesare dove ha ricoperto anche il ruolo di vicepresidente del Consiglio comunale. 
Però Schiuma non ha risparmiato nessun scivolone ai 5 Stelle, uscendo spesso anche fuori da Centocelle, Torpignattara, Tor Sapienza, Alessandrina, Casilino, Quadraro e Tor Tre Teste: dai campi nomadi ai roghi tossici alle moschee abusive, rendendosi protagonista di una serie di blitz contro l’approvazione della legge sullo Ius Soli, per ora ritirata dal premier Paolo Gentiloni.
“Ringrazio il coordinatore Zicchieri per la fiducia che ripagherò con le uniche monete  che posseggo: la militanza e la lealtà - ha dichiarato al Giornale d’Italia - Sono orgoglioso di aver conquistato in questi due mesi la sua stima con fatti concreti.  Auguro a tutti gli altri componenti buon lavoro, e sono certo che insieme cercheremo di ‘fare squadra’, come chiede il nostro leader Matteo Salvini”. 
Ora si attende di capire come Noi con Salvini si organizzerà nei municipi, per ora ancora vacanti. 

www.studiostampa.com