Ultimissime

mercoledì 18 marzo 2015

PISA: Ghelardi (Riva Destra): “Donne italiane discriminate dai musulmani sui pullman, no alla moschea”.

“La scorsa settimana era partita una segnalazione alla Tiemme SpA da parte di due giovani ragazze italiane, le quali hanno denunciato il fatto di essere state impedite a salire sul pullman da parte di alcuni immigrati musulmani frequentatori della Moschea di Colle in quanto. Secondo la loro religione, infatti, le donne non avrebbero dovuto prendere i mezzi pubblici in presenza di uomini di fede musulmana. Dopo un accenno di diverbio ed insulti, le ragazze si sono viste costrette a non salire sul mezzo pubblico che fa da spola dal centro cittadino alla Moschea”. 
Lo dichiara in una nota Sabrina Ghelardi, coordinatrice provinciale di Riva Destra a Pisa. “Ora a Pisa - continua la nota -  si vuole costruire una moschea, che sorgerà nel quartiere di Porta a Lucca, su un terreno, a forma triangolare, situato tra via del Brennero e via Chiarugi. L’area, già acquistata dalla comunità per 115mila euro, ha una superficie di circa 4mila metri quadrati. Nel progetto ci sarebbe anche un minareto. Io credo - prosegue la nota - che Pisa, e soprattutto piazza dei Miracoli debbano essere salvaguardati come simbolo di una civiltà cristiana, che proprio in piazza del Duomo raggiunge uno dei livelli più alti di splendore. Credo che - conclude la nota - quanto accaduto a Colle Val d’Elsa dovrebbe esser monito per chi invece è favorevole alla costruzione della moschea a Pisa: qualcuno vuole forse che le proprie moglie figlie non siano più libere di salire persino su un autobus?”. 

Fonte: Ufficio Stampa - www.studiostampa.com