martedì 21 gennaio 2014

FOIBE, SCHIUMA: «MARINO ISTITUISCE GIORNATA DELLA VERGOGNA E OFFENDE ROMA»

(OMNIROMA) Roma, 21 GEN - «Cancellare i fondi per ricordare le Foibe non è solo la mortificazione della memoria dei profughi istriani, giuliani e dalmati, massacrati dai partigiani comunisti di Tito, ma un insulto all'intera città di Roma e al suo quartiere Giuliano Dalmata. Dopo aver tolto lo striscione in difesa dei marò da piazza del Campidoglio, un nuovo rigurgito anti-nazionale di un sindaco che pensa solo a far ingrassare i rom, finti poveri compresi». Lo dichiara in una nota Fabio Sabbatani Schiuma, già consigliere comunale di Roma e coordinatore nazionale del movimento 'Riva Destra'. «Viene disattesa - conclude Schiuma - la legge dello stato 92/2004, che prevede per il 10 febbraio l'istituzione della Giornata del Ricordo ma Marino preferisce, su dettatura del suo vice Nieri, irriducibile comunista, che aveva di fatto annunciato nei mesi scorsi questa scelta miserabile, passare alla storia per averla sostituita con la Giornata della Vergogna». 
red 211118 GEN 14 FINE DISPACCIO
www.studiostampa.com