venerdì 30 agosto 2013

ROM: IN 150 A SINDACO ROMA, NON VOGLIAMO VIVERE NEI CAMPI

«Siamo cittadini romani,vogliamo integrarci no a ghettizzazione» (ANSA) - ROMA, 30 AGO - «Non vogliamo più vivere in un ghetto, non vogliamo più stare in un campo ma integrarci con la città». Questo l'appello lanciato in una lettera, al sindaco di Roma Ignazio Marino, da circa 150 rom provenienti dal campo di Castel Romano, alla periferia della Capitale. «Caro sindaco, siamo e ci sentiamo cittadini di questa città, dove viviamo da trent'anni - si legge in uno dei passaggi chiave della lettera, che porta la firma di Sandor Dragan Trajlovic, portavoce della comunità, e resa nota dall'associazione 21 luglio - siamo orgogliosi di essere cittadini italiani e cittadini d'Europa. Siamo cittadini rom che credono nell'inclusione e che sognano di poter avere piena cittadinanza in questa bella città. Per questo le chiediamo di ascoltare il nostro desiderio di essere cittadini come gli altri, senza discriminazione e senza ghettizzazione». 
(ANSA). TAG 30-AGO-13 12:05 NNN
www.studiostampa.com