mercoledì 31 luglio 2013

ROMA: Eterni Problemi e Soluzioni Tragicomiche !

Abbiamo la Metro che non cresce, le buche che si moltiplicano, la segnaletica che sembra "lanciata" a caso, i parcheggi carenti che chiedere di farli nelle vecchie cantine romane sembra di voler profanare il Colosseo, la manutenzione, la sicurezza e la pulizia della Città praticamente assenti e il Sindaco che, come soluzione, chiude i Fori Imperiali. 

www.studiostampa.com

sabato 27 luglio 2013

ITALIA: Situazione Debito Commentata !

 
Governo, sempre Forte con i Deboli e sempre Debole con i Forti ! 
I conti sono destinati a peggiorare sempre fino al nostro fallimento, anche dissanguando completamente il popolo (e lo stanno facendo). Se non siamo TITOLARI della Moneta non possiamo guidare ne inflazione, ne svalutazione. I SOLDI LI STIAMO COMPRANDO DA UN PRIVATO E NON POTREMO MAI PAGARLI PERCHÉ IL FORNITORE APPLICA UN TASSO CHE DOVREMMO PAGARE CON ALTRI SOLDI STAMPATI CON ALTRO TASSO ! Se poi si preferisce far finta di non capire, tentando di dare la colpa sempre all'avversario politico e mai al meccanismo perverso che ha una precisa DATA di inizio e delle chiare FIRME sugli accordi, possiamo solo augurarci di morire presto per abbreviare l'agonia !

Euro, Europa, Unione Europea e Stati Uniti d'Europa !

www.studiostampa.com

mercoledì 24 luglio 2013

SULLA RIVA DESTRA PER RITROVARE I VALORI !

Unire tutti gli Italiani che si sentono lontani dai disvalori della Sinistra, che amano la Nazione, che sanno come Grillo sia solo un "comico" gradito agli Stati Uniti, che hanno mandato a quel paese (Montecarlo) Fini e le sue Mummie, che disdegnano la Merkel e guardano a Putin. 

di Aldo Atti 

www.studiostampa.com

lunedì 22 luglio 2013

Import-Export - Produzioni e Dazi !

Chiedo Scusa ma invece dei Dazi sui prodotti orientali che, per mantenere competitività, porterebbero ad un peggioramento della qualità (se mai possibile peggiorarla ancora) non si potrebbe obbligare l'Importatore a far certificare in Qualità (ISO 9001 ecc.) Prodotti e Servizi da un Ente Certificatore Italiano sul Suolo Italiano? Si darebbe lavoro ai nostri Professionisti ed Enti, oltre che fermare l'importazione dei prodotti non certificati e molti, sicuramente, non supererebbero i controlli, particolarmente quelli sulla sicurezza e l'inquinamento. 
Ricordo a Tutti, i costi che le nostre Aziende debbono, giustamente, sopportare per la Sicurezza sul Lavoro, per le, giuste, Certificazioni di Qualità, per le Normative sui Dipendenti, per i Contributi Previdenziali e quant'altro. Mancando la nostra Qualità e Sicurezza la concorrenza diviene sleale e la mia proposta di Certificazione in Italia per procedere alla distribuzione di un qualsiasi Prodotto/Servizio continuo a ritenerla corretta.

SCHIUMA: GRECIA, ARRIVIAMO ANCHE NOI...

Record del debito pubblico italiano: 123,3% nel primo trimestre, secondo solo alla Grecia: fra i Paesi membri, il debito più alto è stato registrato in Grecia (160,5%), Italia (130,3%), Portogallo (127,2%) e Irlanda (125,1%), mentre quello più basso in Estonia (10%), Bulgaria (18%) e Lussemburgo (22,4%).
Secondo Eurostat, il rapporto debito/Pil ha raggiunto quota 130,3%, contro il 127% dell'ultimo trimestre del 2012 e il 123,8% del primo trimestre dello scorso anno. In termini assoluti, il debito pubblico italiano nei primi tre mesi del 2013 è stato di 2.034.763 miliardi... 
Fabio Sabbatani Schiuma 

www.studiostampa.com

ATAC, SCHIUMA: «TEATRINO DELLA POLITICA TAGLI ALMENO MAXISTIPENDI»

(OMNIROMA) Roma, 22 LUG - «È davvero ridicolo, e nuoce alla politica, il teatrino messo su dalla politica su Atac: la sinistra romana sottolinea a gran voce solo ora tutte le falle aziendali della Atac, ma a novembre scorso era con la maggioranza di Alemanno, tutti insieme appassionatamente, a votare l'affidamento 'in house'di tutto il trasporto in metropolitana e in superficie, fino al 2019, in favore dell'azienda romana». Lo dichiara in una nota Fabio Sabbatani Schiuma, presidente del movimento Riva destra «Che la Atac sia 'a pezzi' però - continua Schiuma - lo si sa da anni: eppure 8 mesi fa, hanno votato qualcosa che anche l'Autority preposta ha bocciato come forzatura illegittima. Tutti i partiti infatti hanno nel tempo inzuppato il biscotto, con assunzioni, consulenze e maxi stipendi ad almeno 90 supermanager, che guadagnano dai 6.000 ai 55.000 euro al mese, mentre il servizio scadeva a livello di 'terzo mondo', i precari mandati a casa, i fornitori non pagati e gli autisti 'spremuti'. Ora le critiche - conclude Schiuma - arrivano dal nuovo sindaco e dalla maggioranza di turno: è lecito pensare che la spinta ideale sia quella di prendersi in mano il consiglio d'amministrazione e le cariche apicali, ossia per garantirsi il proprio turno a 'inzuppare' meglio dell'altra parte politica. Come consigliere comunale - aggiunge infine Schiuma - 'indipendente di destra', fui l'unico ad esprimermi contro in tutta l'aula. E non servono 'grillini' di turno per denunciare tutto ciò». red 221331 LUG 13
FINE DISPACCIO
Fabio Sabbatani Schiuma

www.studiostampa.com

Gli Italiani Diverranno Minoranza ?

Per quanto riguarda l'essere o meno italiano nessuno dice mai che sarebbe giusto chiedere ai genitori (se esistono). Ci sono stranieri che non hanno mai chiesto la cittadinanza italiana, anche potendolo fare e non gradiscono che i loro figli divengano Italiani per legge. Se uno ha almeno un genitore italiano (sia d'origine che divenuto) dovrebbe poter scegliere ed in attesa della maggiore età, per poter decidere autonomamente, basterebbe concedergli il permesso di soggiorno indefinito con regolare carta d'identità italiana. 
Chiunque voglia vivere in Italia DEVE essere Italiano (d'origine o divenuto) oppure deve avere un regolare permesso di soggiorno che, ovviamente, è strettamente legato ad un reddito di lavoro o personale. Su queste basi non riveste più particolare importanza se gli Italiani risultino o meno di maggioranza. 

www.studiostampa.com

sabato 20 luglio 2013

E SE CI GUARDASSIMO ALLO SPECCHIO ?

Se continuiamo a dire: "il problema è un altro o il problema è a monte" e non iniziamo dalle piccole cose, come fare attenzione a quello che acquistiamo e a comportarci con rispetto ed educazione nel nostro piccolo mondo (famiglia, amici, vicini, colleghi, soci ecc.) potremo solo vivere il disastro sulla nostra pelle e morire continuando a dare la colpa agli altri !!! Le colpe non sono dei disonesti ma degli onesti che guardano, si lamentano e non fanno nulla !!!

Parentopoli, la mappa delle assunzioni in famiglia

Gli scandali politici sono sempre dietro l’angolo in Italia. In un Paese come il nostro, dove i tassi di disoccupazione giovanile e femminile sono i più alti d’Europa, c’è invece un settore dove le porte sono spalancate: quello delle aziende municipalizzate. Ebbene sì, in questo settore i nostri politici riescono a inserire figli, mogli, nipoti e pronipoti. E’ davvero un gioco da ragazzi imboscare i parenti e amici più stretti in queste aziende pubbliche, alla faccia di tutti coloro che fanno concorsi e selezioni da decenni! L’Italia si conferma il Paese della raccomandazione per antonomasia, dove non c’è spazio per merito e capacità. Il caso Parentopoli registra quasi ogni giorno nuovi scandali che investono tutto lo stivale: dalla Sicilia al Piemonte fino al Lazio.


Sabotatori dell’italiano

di Federico Guiglia - Nel più imbarazzato silenzio verso l'opinione pubblica, rischia di consumarsi un atto politico che finirebbe nei manuali di diritto pubblico per la vergogna: impedire alla...

Nel più imbarazzato silenzio verso l'opinione pubblica, rischia di consumarsi un atto politico che finirebbe nei manuali di diritto pubblico per la vergogna: impedire alla Corte costituzionale di difendere la Costituzione. Evitare che i custodi della Carta facciano valere una legge costituzionale che impone l'obbligo del bilinguismo nella toponomastica italiano-tedesca dell'Alto Adige, e che ammonisce: "L'italiano è la lingua ufficiale dello Stato". Sorvolando, inoltre, sulla violazione dell'accordo De Gasperi-Gruber all'origine dell'autonomia bilingue nel Trentino-Alto Adige. Si parla di nomi italiani che da quasi un secolo appartengono all'Italia. Si vorrebbe sradicarli in barba alle leggi, alla storia, alla volontà degli italiani: chissenefrega di loro.

Fonte: IL TEMPO.it - Articolo Completo QUI

www.studiostampa.com

venerdì 19 luglio 2013

FORI, SCHIUMA: SERVE TRAM VENEZIA-LABICANA

Roma, 19 LUG - «Invece di chiudere i Fori Imperiali, si faccia come in tutti i paesi del mondo: si renda viva e funzionale la strada, dotandola di percorsi pedonali attrezzati e, soprattutto, almeno, si pensi a farla attraversare dal tram. Il tram appena portato a piazza Venezia, si prolunga su via dei Fori e potrebbe finalmente ricongiungersi ai binari di via Labicana, ricostituendo la chiusura della rete tranviaria un tempo in vigore». Lo dichiara in una nota Fabio Schiuma, presidente del movimento Riva Destra e componente dell'esecutivo romano del Pdl. «Resta il fatto - continua Schiuma - che pedonalizzare i Fori Imperiali, tutti i giorni della settimana, significa avere da lunedì a venerdì una fettuccia lunga 700 metri e larga oltre 25, fatta di solo asfalto e selciato e, in quanto priva di alberature, totalmente assolata, sarà quindi rovente nei mesi estivi. Il rischio - conclude Schiuma - è quindi di vedere un pezzo di strada completamente vuota di pedoni e inutilizzata e intorno le altre strade, soprattutto via Merulana e Colle Oppio, soffocate dal traffico». 
red 191232 LUG 13 
FINE DISPACCIO

CRISI:RIVA DESTRA ANNUNCIA 'CATENE UMANE' SU FINMECCANICA, ENI ED ENEL

Roma - 19 lug. "Non vogliamo fare la fine della Grecia e difenderemo le nostre migliori aziende italiane con i nostri corpi. Se alle parole del Ministro Saccomanni di cedere Finmeccanica, Eni ed Enel, seguiranno dei fatti, da settembre organizzeremo 'catene umane' di fronte ai palazzi di questi preziosi gioielli del 'made in Italy'".
Lo dichiara in una nota Fabio Sabbatani Schiuma, presidente del movimento Riva Destra.
"Pensare di fare cassa - conclude Schiuma - privandosi delle quote di partecipazione statale di queste aziende, è non solo controproducente in termini di sollievo economico, ma anche delittuoso nei confronti degli interessi del popolo e del suo futuro: stiamo piuttosto ancora aspettando i tagli alla spesa pubblica inefficiente e alla politica". 

Fabio Sabbatani Schiuma 

www.studiostampa.com

giovedì 18 luglio 2013

IMMIGRAZIONE: KYENGE, NUOVE LEGGI CONTRO IL RAZZISMO

(ANSA) - ROMA, 18 LUG - C'è impegno del governo «contro il razzismo e la xenofobia e stiamo studiando nuovi strumenti legislativi contro l'istigazione all'odio razziale che sta aumentando attraverso Internet e i social network». Lo ha detto il ministro dell'Integrazione, Cecile Kyenge, parlando al Cnel. «Il razzismo va combattuto culturalmente - ha aggiunto Kyenge - chiedo un cambiamento che deve essere aiutato dalla comunicazione». (ANSA). Y12-GRZ/IMP 18-LUG-13 12:13 NNN
FINE DISPACCIO - Fabio Sabbatani Schiuma

www.studiostampa.com

NOMADI, SCHIUMA: «ROMANI PROTESTANO A TOR SAPIENZA E A TOR DE CENCI»

(OMNIROMA) Roma, 18 LUG - «Ignazio Marino è il sindaco dei romani e se questi scendono in piazza a Tor Sapienza e protestano a Tor de Cenci perché esausti o addirittura minacciati, il problema c'è. E non è neanche un problema di intolleranza, ma di buon senso e di rispetto delle regole. Se di razzismo poi si deve parlare, ormai è contro gli italiani e contro chi vive sempre più in difficoltà e non arriva alla fine del mese, è senza lavoro, senza casa e senza corsie preferenziali per ottenerli». Lo dichiara, in una nota, Fabio Sabbatani Schiuma, presidente del movimento Riva Destra. «I controlli - conclude Schiuma - vanno fatti e quei nomadi ricchi, con conti correnti sontuosi e macchinoni, devono abbandonare i moduli abitativi pagati con soldi pubblici». red 181317 LUG 13

FINE DISPACCIO - Fabio Sabbatani Schiuma 

www.studiostampa.com

martedì 16 luglio 2013

ROMA: Strumentalizzazioni sul Liceo Socrate

LICEO SOCRATE: La verità è emersa con la confessione degli studenti bocciati che, dopo essersi sbronzati a Torvaianica, hanno dato fuoco alla scuola per vendicarsi della bocciatura: ora tacciano tutti quei professionisti della strumentalizzazione politica 'a tutti i costi', omosessuali di professione e antifascisti militanti. In questi giorni sono usciti fuori tutti quegli sciacalli, compreso più di qualche giornale, pronti a sostituirsi nelle indagini e ad emettere la sentenza con matrice politica e omofoba. I soliti ciarlatani: ora diranno che i quattro studenti erano di destra, omofobi o tifosi da stadio...". 
Fabio Sabbatani Schiuma

www.studiostampa.com

martedì 9 luglio 2013

Questa notte ho fatto un sogno.

Mi trovavo in un Paese bellissimo, dove i cittadini si sentivano orgogliosi delle loro origini e delle loro tradizioni, dove camminando per strada non ci si doveva guardare intorno per paura di essere aggrediti o violentati, dove la politica era davvero la più alta espressione del vivere comune ed i politici persone che amavano più di chiunque altro il loro Paese. 
Un Paese dove la corruzione veniva vista per quello che era: la madre di tanti, troppi mali. E, come tale, da estirpare senza pietà alcuna. 
Un Paese dove i cittadini remavano tutti in un’unica direzione per il raggiungimento del bene collettivo e dove una cosa di tutti era vista semplicemente come una cosa, appunto, di tutti. E come tale da proteggere e salvaguardare come fosse propria. 
Un Paese dove non vi erano artificiose divisioni tra nord e sud, tra belli e brutti, tra ricchi e poveri. Tutti avevano le medesime opportunità per emergere ma solo previo impegno massimo, senza utilizzo di scorciatoie varie.
Dove i banchieri facevano i banchieri e non gli strozzini, dove tutti gli immigrati rispettavano doverosamente gli usi della gente indigena, senza pretendere prima di dare.
Dove la Giustizia era davvero uguale per tutti e la meritocrazia posta a fondamento dello sviluppo sociale.
Dove non si pagava un canone obbligatorio per assistere a spettacoli televisivi vergognosi. E dove lo Stato si poneva al servizio del cittadino e non viceversa. 
Dove le mafie venivano combattute sul serio invece di consentire il loro sviluppo. E dove la gente che commetteva reati veniva punita severamente, senza sconti di alcun genere.

Un Paese cui sentirsi orgogliosi di appartenere.

Poi il sogno è terminato e mi sono svegliato.

“BENVENUTO ALL'INFERNO” mi sono detto.

Ma è da questo Inferno che voglio ripartire, voglio che il nostro Paese possa ambire a raggiungere il Paradiso o, quantomeno, una condizione meno infelice.
Non posso rimanere sempre a lamentarmi e a rimpiangere un passato ormai lontano.

Mi rimboccherò le maniche e via, a dare coraggio anche a chi non l'ha perché nella vita c'è solo una cosa peggiore dell'aver fallito: il non aver provato !

Cercasi volontari avventurosi 
(Giuseppe per RivaDestra) 

www.studiostampa.com

martedì 2 luglio 2013

Le grandi(?) manovre della politica Italiana sulla pelle dei contribuenti.

I grillini lasciano il movimento solo in Senato e fra poco il Pd potrà far saltare le larghe intese, mentre il Cav. torna a Forza Italia e gli ex An rimangono all'addiaccio, e Renzi rischia di rimanere a bocca asciutta.
randi (?) manovre nella politica italiana. Se da una parte il governo Letta vara il decreto del fare (terribile scelta lessicale) che finge di aiutare i cittadini rimandando Imu e IVA, per poi farci pagare tutto, tutto insieme, con l'aggiunta di anticipi delle tasse che presuppongono un aumento dei nostri guadagni da spolpare, dall'altra continuano su tutti i fronti proclami e annunci. 

Fonte: Totalità - Qui l'Articolo Completo

www.studiostampa.com