sabato 4 luglio 2020

.ILSOVRANISTA.INFO Fabio Sabbatani Schiuma (Riva Destra-FdI): siamo gli ultimi romantici della politica

(fonte Ilsovranista.info)



Da martedì 30 giugno a mercoledì 1 luglio a Roma si è svolta la IV festa tricolore di Riva Destra, il movimento politico guidato da Fabio Schiuma, federato da oltre 2 anni con i conservatori e sovranisti d'Italia.
Una festa denominata Presidio di libertà, l'Italia che vogliamo alla quale hanno preso parte, in qualità di oratori delle tredici tavole rotonde tematiche deputati e senatori di Fratelli d'Italia guidati da Francesco Lollobrigida, capogruppo alla Camera dei Deputati,Lega Salvini Premier, Forza Italia e rappresentati delle forze politiche avversarie come i radicali.
Con Fabio Sabbatani Schiuma faccio il punto della situazione di questa IV festa nazionale di Riva Destra e sulle prossime iniziative che il movimento vuole prendere da qui ai prossimi mesi caratterizzati anche da un evento politico importante come quello delle elezioni regionali che vedrà italiani di sette regioni chiamati al voto per eleggere il presidente ed i consiglieri comunali.
1) Dallo scorso 30 luglio al 1 luglio si è svolta la IV Festa tricolore di Riva Destra, il movimento politico federato con i conservatori e sovranisti d'Italia che festa è stata? 

Sono state tredici tavole rotonde sui temi piu' scottanti dell'attualità', dall'economia alla giustizia, dal lavoro alla sanità, dal turismo alla movida, alla scuola, alla sicurezza e altro ancora, fino ovviamente alle prossime tornate elettorali. Le abbiamo mandate via etere tramite Radio Radicale, per un totale di 20 ore di dirette, e sui social sulle pagine Facebook de 'Il Sovranista.info', 'La voce del patriota' e 'affaritaliani.it', che rigraziamo pubblicamente. L'ospite d'onore e' stato Francesco Lollobrigida, capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera e siamo felici che con lui siano intervenuti decine e decine di parlamentari di Fratelli d'Italia. A citarli tutti servirebbe un'altra intervista pero'. Almeno pero' posso ringraziarli anche qui, come anche i militanti romani di Riva Destra guidati da Lorenzo Loiacono e la segreteria organizzativa nazionale, che hanno organizzato tutto a pennello.

2) Questa IV festa tricolore era intitolata Presidio di libertà l'Italia che vogliamo... Ci puoi spiegare il perchè di questa scelta? 

Nonostante il Covid non potevamo mancare al nostro tradizionale e annuale appuntamento con la Festa Tricolore di Riva Destra. Farla come lo scorsa edizione, in un conference center a Roma stracolmo di persone, anche per le conclusioni di Giorgia Meloni, non sarebbe stato possibile a causa delle restrizioni da distanziamento sociale. Non era poi nel dna di una comunità militante come la nostra, muoversi solo per videoconferenza o comunque virtualmente. Abbiamo scelto una via di mezzo: fare un gazebo e stare in piazza di fronte a Montecitorio come 'Presidio di Libertà', perché anche questa e' oramai sempre più rischio, e appunto unirlo a questi dibattiti sull'Italia che vogliamo.

3) Riva Destra, movimento federato con i conservatori e sovranisti di Fratelli d'Italia che Italia vuole? Quali sono i punti cardini della sua battaglia politica che conduce insieme al movimento politico guidato da Giorgia Meloni?

Ci sono due piani che inseguiamo e proponiamo. Il primo, prettamente organizzativo, parla di un progetto, quello di Giorgia Meloni, di rendere FdI sempre piu' inclusivo, che in due anni ha oramai quadruplicato i consensi e dal 3% oggi va verso il 20%: uno schieramento popolare e di massa quindi. Non si può a nostro avviso condensare il suo perimetro elettorale nella struttura tipica del partito, che resta fondamentale e che difendiamo fino alla morte nella sua funzione indispensabile, come quando ai tempi di Fiuggi (Riva Destra nasce infatti 26 anni fa, come primo storico di Alleanza Nazionale, n.d.r.) fummo contrari allo scioglimento del Movimento Sociale Italiano. Il resto, la partecipazione, il coinvolgimento, devono avvenire anche tramite il movimentismo, l'area intorno al partito, l'orizzontalismo, le strutture parallele, che meglio raggiungono i cittadini, soddisfano le singole preferenze ideali e preservano il partito da ogni rischio di correnti e di gruppettarismo. Lo chiamiamo arcipelago intorno alla struttura, verticale e gerarchizzata, del partito. Il secondo, ovviamente, viene direttamente dal nostro nome: Riva Destra. Ecco, un partito che si apre lo fa anche nei confronti di altre esperienze, ma noi chiediamo che la barra sia saldamente tenuta a destra. Spazio agli altri, ma son loro che devono venire verso la riva destra, non noi verso il centro. La teoria delle due rive di Pinuccio Tatarella, per intenderci.

4) Nel corso della due giorni della festa, sono stati organizzati diversi incontri tematici, convegni, tavole rotonde alle quali hanno partecipato esponenti dei 3 principali partiti che compongono il centro destra. In vista delle prossime elezioni regionali ed amministrative in che condizioni di forma hai visto il centro destra?

Se dovessi giudicare dal clima che c'e' stato tra le delegazioni di tutti i partiti che lo compongono e che sono intervenute, direi ottimo: ho visto collaborazione e unita' di intenti, dalla Lega, con l’ex Ministro Gianmarco Centinaio, la senatrice Lucia Borgonzoni e Maurizio Politi, capogruppo in Campidoglio, fino a Forza Italia con i parlamentari Maurizio Gasparri e Benedetta Fiorini; e ancora, ‘Cambiamo con Toti rappresentata dal consigliere regionale del Lazio Adriano Palozzi, responsabile organizzativo nazionale. Ci sono stati anche quelli del Partito Radicale con Giuseppe Rossodivita e l’on. Rita Bernardini, anche Presidente di Nessuno Tocchi Caino, con i quali sui temi dei diritti, della giustizia e dell'ambiente ci sono tanti punti di contatto, magari se mollassero un po' sulle droghe di stato e sull'aborto come contraccettivo in stile Bonino...Comunque non fa molto testo la nostra festa: di piu' lo fanno i fatti. Salvini si e' oramai liberato dall'innamoramento, folle, con il Movimento Cinque Stelle e Forza Italia dovrebbe accantonare per sempre l'idea delle larghe intese, del patto del Nazareno. E' sotto gli occhi di tutti che chi aveva ragione era Giorgia Meloni, che infatti viene premiata oggi per la sua coerenza e fermezza: il centrodestra ha vinto alle ultime regionali e amministrative e può  ripetersi, se e' davvero alternativo alla sinistra e al Movimento Cinque Stelle. La forma e' quindi ottima.

5) Domenica 21 e lunedì 22 settembre i cittadini di sette regioni d'Italia saranno chiamati al voto per eleggere i nuovi presidenti di regione ed i consiglieri. Riva Destra, movimento federato con fratelli d'italia avrà propri candidati in lista? 

Avremo candidati in Veneto e nelle Marche e supporteremo comunque il partito in Puglia, ove comunque ne stiamo traghettando da altre aree politiche mediante il dipartimento nazionale di FdI, che Giorgia Meloni mi ha onorato di guidare e che si occupa di associazionismo politico. Riva Destra e' in perfetta sintonia con ogni dirigenza locale e regionale di FdI: per noi i coordinamenti regionali sono il punto di riferimento e non siamo interessati ad altro se non a dare il nostro contributo di numeri, idee e persone a favore del progetto di Giorgia Meloni. Tutti gli eletti che aderiscono , provenienti per lo piu' da liste civiche, li accompagniamo a mettersi a disposizione elettoralmente per allargare il consenso elettorale. Solo nell'ultima settimana, due consiglieri comunali ex Lega nel siracusano, e un sindaco e vicesindaco, civici, nel veronese, hanno aderito a Riva Destra. E questo grazie al portavoce Alfio Boschi, al vicesegretario Angelo Bertoglio e ai coordinatori regionali, Sandra Amato (Marche), Francesco De Noia (Puglia), Marika Diminutto (FVG), Giuseppe Fiorito (Trentino Alto Adige), Donatella Marchetti (Emilia Romagna), Marco Sarchiapone (Abruzzo), Marco Micacchi (Lazio),Massimo Romagnolo (Sicilia) e Francesco Stina' (Calabria), insieme al gruppo veneto: una comunità militante, quella di Riva Destra, composta di donne e di uomini che credono ancora nella militanza come impegno sociale. Giorgia Meloni sa che su di noi può contare a occhi chiusi e ne e' soddisfatta. Siamo tra gli ultimi romantici della politica: lealtà e onore sono nel nostro Dna.

venerdì 3 luglio 2020

LOLLOBRIGIDA ALLA IV FESTA TRICOLORE DI RIVA DESTRA: ECCO LA LISTA DEI PARLAMENTARI INTERVENUTI.

Grande successo per la due giorni di Riva Destra nella quarta edizione della festa tricolore. A Roma, presso la sala Capranichetta, si sono tenute ben tredici tavole rotonde, sui temi piu' importanti della politica attuale. Lunghissima e qualificata la lista degli intervenuti ai lavori, aperti dal deputato di FdI Marco Silvestroni, chiusa dai suoi colleghi Luca De Carlo e Marco Osnato, durante i quali e' salito sul palco il capogruppo alla Camera Francesco Lollobrigida. 
Ecco le delegazioni degli altri partiti: dalla Lega, con l’ex Ministro Gianmarco Centinaio, la senatrice Lucia Borgonzoni e Maurizio Politi, capogruppo in Campidoglio, fino a Forza Italia con i parlamentari Maurizio Gasparri e Benedetta Fiorini; e ancora, ‘Cambiamo con Toti’ rappresentata dal consigliere regionale del Lazio Adriano Palozzi, responsabile organizzativo nazionale, e del Partito Radicale con Giuseppe Rossodivita e l’on. Rita Bernardini, anche Presidente di Nessuno Tocchi Caino. Questa la lista dei parlamentari ed esponenti di Fratelli d’Italia che hanno preso la parola: Edmondo Cirielli, Andrea De Bertoldi, Paolo Trancassini, Massimo Ruspandini, Marcello Gemmato, Isabella Rauti, Wanda Ferro, Ylenja Lucaselli, Ella Bucalo, Ciro Maschio, Mauro Rotelli, Walter Rizzetto, Galeazzo Bignami, Paola Frassinetti, Savatore Sasso Deidda, insieme al coordinatore di Fdi nella Marche Carlo Ciccioli, al capogruppo in Regione Calabria Filippo Pietropaolo, all'Assessore al Turismo in Liguria Gianni Berrino, al responsabile del dipartimento Turismo Gianluca Caramanna, e di quello Economia, Maurizio Leo, e a Marina Augello e Monica Brandiferri.
Tutta la comunita' militante di Riva Destra ringrazia. 

www.studiostampa.com

lunedì 29 giugno 2020

ROMA: DA DOMANI AL VIA L'ANNUALE FESTA TRICOLORE RIVA DESTRA: "L'ITALIA CHE VOGLIAMO-PRESIDIO DI LIBERTÀ".

In piazza di Montecitorio 20 ore di dibattiti in diretta streaming e facebook. Conclude Lollobrigida (FDI). Presenti per la Lega Centinaio e Borgonzoni, per Forza Italia Gasparri. Delegazioni anche di Cambiamo con Toti e del Partito Radicale. 
ROMA, 29 giu -"Da domani, 30 giugno, fino al primo luglio, si terrà a Roma in Piazza di Montecitorio, la IV Festa Tricolore di Riva Destra, movimento federato a Fratelli d’Italia. Il nome scelto per questa edizione è Presidio di Libertà-L’Italia che vogliamo’. Nella sala Capranichetta, ci saranno infatti le dirette in streaming sul sito di Radio Radicale e su affari italiani.it e quelle Facebook sulle pagine de ‘La Voce del Patriota’ e de ‘Il Sovranista.info’. 
A margine di un simbolico gazebo in piazza, gestito dai militanti di Riva Destra, una serie di tavole rotonde. Quest’anno a chiudere i lavori, nell'edizione precedente fu Giorgia Meloni, sara’ il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida".
Lo annuncia in una nota il movimento Riva Destra.
"Microfoni aperti quindi dalle 10 di domani, Martedì 30 giugno -continua la nota- con gli interventi di saluto del segretario nazionale Fabio Sabbatani Schiuma, del portavoce Alfio Boschi e del vicesegretario Angelo Bertoglio, cui seguiranno i parlamentari di FdI, Giovanni Donzelli, responsabile nazionale dell’Organizzazione e di Marco Silvestroni, coordinatore della provincia di Roma. Ecco le delegazioni degli altri partiti gia’ confermate: dalla Lega, con l’ex Ministro Gianmarco Centinaio, la senatrice Lucia Borgonzoni e Maurizio Politi, capogruppo in Campidoglio, fino a Forza Italia con i parlamentari Maurizio Gasparri e Benedetta Fiorini, insieme al deputato all’Ars Tommaso Calderone; e ancora, ‘Cambiamo con Toti’ rappresentata dal consigliere regionale del Lazio Adriano Palozzi, responsabile organizzativo nazionale, e del Partito Radicale con Giuseppe Rossodivita e l’on. Rita Bernardini, anche Presidente di Nessuno Tocchi Caino. Non ha ancora confermata la presenza del Sottosegretario al Mef, Alessio Villarosa, del M5S. 
Questa -prosegue la nota- la lista dei parlamentari ed esponenti di Fratelli d’Italia che hanno confermato il loro intervento alle tavole rotonde organizzate dall'economista di Riva Destra, Fabio Verna: Edmondo Cirielli, Andrea De Bertoldi, Luca De Carlo, Paolo Trancassini, Nicola Calandrini, Massimo Ruspandini, Isabella Rauti, Wanda Ferro, Daniela Santanche’, Ylenja Lucaselli, Ella Bucalo, Carolina Varchi, Ciro Maschio, Marco Osnato, Mauro Rotelli, Walter Rizzetto, insieme al coordinatore di Fdi nella Marche Carlo Ciccioli, al capogruppo in Regione Calabria Filippo Pietropaolo, all'Assessore al Turismo in Liguria Gianni Berrino, al responsabile del dipartimento Turismo Gianluca Caramanna, e di quello Economia, Maurizio Leo, e a Marina Augello. Queste le tavole rotonde gia' composte, che ovviamente potranno avere dei cambi di orario in base ai lavori parlamentari in corso.
"'2020: presenti, nonostante tutto' -conclude la nota- aperta dai coordinatori territoriali di Riva Destra. Poi la scottante attualità dei temi economici: 'Buoni patriottici e moneta fiscale' e 'A 50 anni dallo Statuto dei lavoratori: e’ emergenza'. Si parlera’ poi di scuola e di turismo (“2020: vacanze in Italia”), ma anche di giustizia con i 'Diritti delle Vittime' e l’avv. Marco Valerio Verni, zio di Pamela Mastropietro. 
Tavole rotonde anche sul problema movida ('Movida Sicura: cultura, occupazione e divertimento'), con operatori del settore (Club Festival Commission, Silb, Snos) come Guido Cancellieri, definito dalla stampa il Re della movida milanese, Giorgio Tammaro e Giancarlo Bornigia del Piper; e ancora sulla ricostruzione post terremoto ('Terremoti dimenticati') con Alberto Allegrini, albergatore di Norcia e Presidente Confcommercio Valnerina. Non mancheranno poi -aggiunge infine la nota- i temi della sanita’ ('Emergenza Covid19: il modello Veneto' e 'Mens sana in corpore sano') con lo psichiatra Marco Sarchiapone, docente universitario e ideatore della helpline telefonica gratuita di Riva Destra durante la quarantena, e con il sindaco di Peschiera del Garda Orietta Gaiulli. Ovviamente si discutera’ anche del territorio laziale e romano ('Liberare Roma e il Lazio') e Riva Destra, ha predisposto anche un confronto con altre realta’ di area ('2019: obiettivo 10%. 2020: obiettivo 20%'), come per esempio, il Movimento Conservatore Stella d’Italia, il Movimento Italiano Tricolore e altri come Vox Italia, presente con una delegazione. E infine una tavola rotonda sui comuni ('X Enti locali commissariati, casse vuote, zero servizi'), ove interverranno i tanti amministratori sul territorio aderenti al movimento, che cosi’ contribuisce all'allargamento del perimetro elettorale di Fratelli d’Italia". 



Dal 30/06/2020 articoli e dirette su:  










www.studiostampa.com

giovedì 25 giugno 2020

SIRACUSA: DUE CONSIGLIERI COMUNALI ADERISCONO A MOVIMENTO RIVA DESTRA FEDERATO CON FRATELLI D'ITALIA - A Cassaro (SR) Bongiovanni e Buccheri avevano lasciato la Lega ai primi di giugno


SIRACUSA, 25 giu - "Comunichiamo con estrema soddisfazione che i due consiglieri comunali Sebastiano Bongiovanni e Giuseppe Buccheri hanno aderito al nostro movimento e hanno formalmente costituito il gruppo consiliare 'Cassaro Protagonista-Riva Destra', dopo aver lasciato ai primi di giugno la Lega di Matteo Salvini".
Lo riferisce una nota stampa di Riva Destra.


"Ringraziamo -continua la nota- il grande lavoro svolto dal coordinatore provinciale di Riva Destra a Siracusa, Francesco Finocchiaro, che contribuisce fortemente cosi' a rafforzare il radicamento di Riva Destra in Sicilia, movimento federato a Fratelli d'Italia e coordinato sull'isola da Massimo Romagnolo: entrambi hanno voluto poi proporre a Bongiovanni,figura di grande spessore politico e molto nota nel panorama politico siracusano, il ruolo di vicecoordinatore provinciale.
Forte apprezzamento-prosegue la nota- e' stato espresso da Fabio Sabbatani Schiuma, Alfio Boschi e Angelo Bertoglio, rispettivamente segretario nazionale, portavoce e vicesegretario, i quali, nel dare il benvenuto ufficiale ai due consiglieri comunali, annunceranno importanti adesioni di nuovi eletti a Riva Destra in occasione della Festa Nazionale Tricolore del 30 giugno e 1 luglio a Roma, anche per testimoniare come il movimento contribuisca ad aumentare il perimetro elettorale del partito guidato da Giorgia Meloni.
Tutti hanno concordato -conclude la nota- di quanto Bongiovanni e Buccheri con il loro radicamento sul territorio, siano valori aggiunti in termini di qualita' e quantita' per tutta la comunita' militante di Riva Destra e, in quanto eletti, faranno parte di diritto della Direzione Nazionale".
"Noi rimaniamo sempre -ha sottolineato Sebastiano Bongiovanni, che sara' il capogruppo- a fianco del territorio, di amici e di concittadini, con i quali abbiamo condiviso la scelta di aderire a Riva Destra, ossia di ritrovare la strada e la casa di quella destra, da cui provengo, scelta condivisa dall'amico e collega Giuseppe Buccheri. Ora vogliamo dare un contributo reale e costruttivo a tutto il movimento e a Fratelli d'Italia".

Consolidamento e crescita anche in Emilia Romagna e, nello specifico, nella provincia di Parma per RIVA DESTRA, il movimento politico con la sua comunità militante, federato con FRATELLI D'ITALIA.

RIVA DESTRA, nata nel 1994 come primo storico circolo di Alleanza Nazionale e oggi guidata a livello nazionale da Fabio Sabbatani Schiuma, Angelo Bertoglio e Alfio Boschi, rispettivamente Segretario Nazionale, Vice Segretario e Portavoce, sta lavorando per unire, aggregare ed allargare il perimetro politico intorno a Giorgia Meloni, con l’adesione di diversi Amministratori Comunali civici di area Centrodestra, oltre che movimenti nazionali e territoriali.
Il vero motore pulsante di Riva Destra, sono i militanti, le idee chiare e la difesa dei valori identitari della storia Italiana. Per questo che RIVA DESTRA ha deciso di puntare su persone preparate e competenti, coraggiose e leali.
È proprio di questi giorni, a seguito della proposta avanzata dal Vice-coordinatore Regionale Domenico Muollo, l'ingresso di ILARIA MOLINARI e GIANNI PIZZAROTTI nel Direttivo Regionale come Responsabili, rispettivamente, del Dipartimento Scuola ed Istruzione e del Dipartimento Economia e Finanza. 
Gianni Pizzarotti, già Vice-Sindaco di Pellegrino Parmense e già Responsabile Provinciale Organizzazione di Fratelli d'Italia, si è detto onorato dell'incarico ed è sicuro che si potranno stilare importanti proposte ed iniziative qualitativamente rilevanti sui temi di competenza, sapendo di poter trovare all'interno del movimento un terreno fertile di amici preparati con i quali confrontarsi e poter creare quelle sinergie, indispensabili per un vero valore aggiunto.
Ilaria Molinari, dal canto suo, ha una grande storia nel partito, già a partire dalla fine degli anni '80 come Dirigente Nazionale con i gruppi giovanili Fronte della Gioventù (MSI) e poi Azione Giovani (AN); docente dalla solida esperienza e competenza professionale che consentirà al movimento di ricevere un rilevante contributo, spendibile anche nei tavoli di lavoro nazionali, considerando l'odierna debolezza del sistema scolastico italiano.
Gianni Pizzarotti e Ilaria Molinari inaugurano il loro ingresso a Roma (Piazza di Montecitorio - Hotel Nazionale) partecipando al Presidio di Libertà-IV Festa Tricolore "L'Italia che vogliamo" del 30 giugno-1°luglio. Due giornate di tavole rotonde con ospiti illustri, confronti e incontri ma anche di creazione di idee e definizione di percorso che determinerà una sensibile crescita del movimento in linea e in totale sostegno con quella di Fratelli d'Italia e della sua leader Giorgia Meloni.

Domenico Muollo
Vice coordinatore Regionale Emilia Romagna
“Riva Destra” movimento federato a Fratelli d’Italia.
Tel. 3478747070
Via Berlinguer 221 sx
Fidenza (pr)
--

Riva Destra

referente Parma 
Domenico Muollo
tel. 3478747070

mercoledì 24 giugno 2020

Una strada in onore di Giorgio Almirante a Vibo Valentia: approvata la proposta di Riva Destra



FONTE Il Secolo d'Italia


Vibo Valentia avrà presto una via dedicata a Giorgio Almirante. “In Italia ci sono più di 200 strade oramai intitolate al defunto leader del Movimento Sociale Italiano. Intitolarne una anche a Vibo Valentia rafforza la necessità di una pacificazione nazionale. E rende onore a un uomo che, come ha ben detto Giorgia Meloni, ha avuto un merito storico:  avere accompagnato un’intera comunità politica, che nel dopoguerra aveva legame con l’esperienza fascista,  nell’alveo del dibattito democratico della Nazione. Un merito che è stato riconosciuto a Giorgio Almirante da tutto l’arco costituzionale: sia nel dopoguerra che nei difficili anni di piombo, anche dai suoi avversari politici”. Con queste parole gli esponenti di Riva Destra Francesco Stinà, Francesco D’Agostino e Alessandro Ferrara,  hanno esultato per l’esito dell’iniziativa.

Almirante, grande uomo
E, in una nota congiunta con il segretario nazionale Fabio Sabbatani Schiuma, gli esponenti di Riva Destra hanno ringraziato il capogruppo di FdI. “Esprimiamo grande soddisfazione -continua la nota- per l’approvazione della nostra proposta. E ringraziamo il capogruppo di Fratelli d’Italia Antonio Schiavello per averla portata anche in seno al consiglio comunale; e tutti i consiglieri di maggioranza che in commissione Urbanistica hanno dato parere positivo: sono per la precisione,  Corrado, Ursida, Colloca, Russo, Lo Schiavo, Cutrullà, Cataudella, Schiavello. Ma ringraziamo  anche l’opposizione (Comito e Lombardo): ora attendiamo la conseguente delibera di Giunta”. Finalmente un atto di civiltà.